23 ottobre 2019
Aggiornato 22:30
Elezioni regionali Sardegna

Cappellacci: già al lavoro per costruire la squadra di governo

Le priorità indicate dal neo governatore della Sardegna sono: «Occupazione, lavoro e contrasto della povertà»

Non c’è ancora il dato definitivo delle elezioni regionali della Sardegna, vinte nettamente dal Pel. Alle 9 di stamane risultavano scrutinate 1.658 sezioni su 1.812 per i voti dei listini regionali e soltanto 1.473 per quelli alle liste circoscrizionali provinciali. Il Pel è il primo partito, con il 30,5% delle preferenze (201.105) , mentre il Pd si è fermato al 24,4% con 160.822 voti.

Il nostro candidato Ugo Cappellacci e’ al 51,9% con 457.676 voti, mentre l’ex presidente Renato Soru e’ al 42,8% con 378.246 voti. «Già da oggi mi metterò al lavoro con gli alleati per costruire la futura squadra di governo - ha dichiarato Cappellacci nel corso della trasmissione ’Panorama del giorno’ su Canale 5- che mi auguro possa essere pronta già per la prossima settimana».

Le priorità indicate dal neo governatore della Sardegna sono: «Occupazione, lavoro e contrasto della povertà». Misure che si accompagneranno anche, aggiunge Cappellacci, «alla revisione di tutte quelle norme che hanno incatenato la Sardegna. I territori - ha spiegato- non sono stati coinvolti. Anzi, molto spesso sono stati mortificati e vilipesi; modificheremo il Piano paesaggistico regionale. Lo faremo sempre in nome della tutela del territorio che è la nostra più grande risorsa. Vogliamo revisionarlo totalmente ma con la collaborazione degli attori del sistema, quindi con i territori che non sono stati ascoltati e sono stati spesso vilipesi: vogliamo dar loro nuovamente voce . Non ha niente a che fare con la tutela del territorio per esempio, impedire ad un agricoltore di costruire una casetta nell’agro, a meno che non si disponga di quantità di terreno da latifondisti. Mi metterò immediatamente al lavoro con gli alleati per costruire la squadra di governo. Mi auguro di avere definito tutto entro una settimana».