25 giugno 2019
Aggiornato 02:00
blockchian

Così i colossi cinesi stanno investendo tutto su blockchain

Salgono a 4 i colossi cinesi che investono nella tecnologia blockchain: Baidu, Alibaba e Tencent

Così i colossi cinesi stanno investendo tutto su blockchain
Così i colossi cinesi stanno investendo tutto su blockchain ( Shutterstock )

MILANO - Il più importante motore di ricerca online cinese ha da poco lanciato la sua piattaforma basata sulla blockchain. Basata su una tecnologia sviluppata internamente al colosso, questa intende fornire una blockchain più «user-friendly» per le imprese, definendolo - peraltro - il servizio blockchain più facile da capire nel mondo del business. Il gigante cinese ha creato una pagina web per presentare questa sua iniziativa e la piattaforma promette di consentire «tracciabilità e sicurezza nelle transazioni, a costi ridotti e facilità il pagamento attraverso le valute digitali, la gestione del credito bancario, il controllo finanziario, la gestione assicurativa, e molto altro» si legge nel documento online. Baidu sostiene che la tecnologia è già stata implementata con successo per la cartolarizzazione e lo scambio di asset.

Baidu è stata una delle prime imprese ad adottare bitcoin, annunciando nell’ottobre del 2013 che accettava il pagamento in bitcoin per il suo Jiasule, un servizio di sicurezza informatica sul cloud utilizzato per migliorare le prestazioni, la velocità e la sicurezza delle pagine web. Ad ottobre dello scorso anno, Baidu ha inoltre aderito allo sforzo collaborativo open source del progetto Hyperledger, la grande scommessa IBM che punta a creare un modello scalabile, utile alle grandi imprese e ai governi nello scambio di azioni o di altri titoli in modo da sviluppare e promuovere l’adozione della tecnologia blockchain in diversi settori economici.

Il lancio di questa piattaforma BaaS targata Baidu segue l’uscita della suite di servizi di blockchain targata Tencent a novembre 2017 e si presuppone che il lancio di Baidu sia proprio una mossa attuata al fine di combattere l’avversario cinese. Anche Alibaba ha dedicato molti sforzi alla tecnologia blockchain: il fondatore e presidente Jack Ma ha ribadito alla CNBC a dicembre di aver condotto numerosi sforzi in merito, con un team specializzato nello studiare la tecnologia. Sempre Alibaba ha annunciato a marzo dello scorso anno una partnership con PwC per sviluppare un sistema per ridurre le frodi alimentari basato sulla tecnologia blockchain.

Ant Financial, che fa parte del gruppo Alibaba e offre ai propri clienti come sistema di pagamento Alipay, ha lanciato due anni fa una piattaforma di beneficenza basata su blockchain chiamata Ant Love. Il servizio consente agli utenti di donare a varie organizzazioni caritatevoli e non governative che utilizzano Alipay. AliHealth, il ramo di Alibaba che si occupa della salute, ha anche spinto un' amministrazione sanitaria in collaborazione con il governo della città di Changzhou per attuare una partnership tale per cui i medici utilizzassero la tecnologia per le proprie attività: il framework memorizza e trasmette le informazioni mediche utilizzando la sicurezza della crittografia.

Nel mondo della tecnologia blockchain, peraltro, si è lanciato anche Renren, il cosiddetto Facebook cinese.  Il suo token è RRCoin. Secondo il whitepaper rilasciato da Renren, svilupperanno una piattaforma open source basata su blockchain in grado di registrare le interazioni degli utenti e il loro comportamento di trading. E il token RRCoin sarà utilizzato in più scenari per ricompensare gli utenti che contribuiscono ai contenuti a pagamento per la pubblicità. RRCoin ha 1 miliardo di monete in totale, tra cui il 40% sarà utilizzato per la vendita di ICO, il 25% per la RRCoin Foundation, il 15% sarà dato al team di marketing e sviluppo e il restante 20% per l'espansione dell'attività.

Con i quattro colossi internet «made in China» Baidu, Alibaba, RenRen e Tencent che investono attivamente nella tecnologia blockchain, il 2018 potrebbe vedere un altro boom nello sviluppo della tecnologia blockchain e delle sue applicazioni.