28 febbraio 2020
Aggiornato 07:30
equity crowdfunding

Walliance raccoglie 750K, successo per il crowdfunding real estate

Walliance a breve debutterà nei mercati immobiliari di New York e a seguire Venezia e Firenze

Walliance raccoglie 75K, successo per il crowdfunding real estate
Walliance raccoglie 75K, successo per il crowdfunding real estate Shutterstock

MILANO - Walliance, la prima piattaforma italiana autorizzata Consob a concretizzare la possibilità di investire e raccogliere fondi nel settore del Real Estate attraverso il crowdfunding, raccoglie un finanziamento pari a 750mila di euro. L’investimento è stato effettuato da Trentino Invest, la joint-venture nata nel 2012 tra operatori finanziari trentini per investimenti in società ad alto potenziale di crescita, e il gruppo MAK, leader trentino nelle costruzioni e nell’immobiliare.

Walliance, startup nata all’interno di Gruppo Bertoldi, guidato dai fratelli Gianluca e Giacomo Bertoldi, permette a chiunque di investire in progetti immobiliari, proposti da aziende con un positivo track record: una selezione che passa attraverso il rigido esame di due comitati di valutazione presieduti dal CFO Marco Mongera. Autorizzata da Consob a marzo 2017, la piattaforma è attiva dal 12 settembre ed ha già completato la prima raccolta per un progetto immobiliare a Trento, raccogliendo con 141 investimenti oltre 580mila euro, ovvero il 117% dell’importo previsto.

Per partecipare ad uno o più progetti, il processo di investimento è davvero semplice: accedendo al sito www.walliance.eu e dopo aver inserito i propri dati personali, si compilerà direttamente online un questionario di appropriatezza all’investimento e a partire da 500 euro si diventerà piccoli imprenditori immobiliari: niente carta, niente burocrazia. E’ oggi ancora possibile partecipare ad un progetto immobiliare attivo su Milano, prima operazione assoluta di crowdfunding applicata ad un cohousing, con un rendimento previsionale sull’operazione del 23.11% in appena 24 mesi.

Partirà a breve anche una raccolta fondi per il primo progetto immobiliare che si svilupperà nel cuore di New York; a seguire altre location di livello, come Venezia e Firenze. Walliance nasce con l’obiettivo di democratizzare un mercato fino ad oggi inaccessibile al piccolo e medio investitore, dando allo stesso tempo linfa vitale e ulteriore spinta al mercato immobiliare, che sta consolidando il suo trend di crescita.

«Anche grazie all’ingresso di nuovi capitali strategici - commenta Giacomo Bertoldi, CEO di Walliance - negli obiettivi futuri vi è certamente la migliore integrazione nel mercato italiano, con una spinta verso l’internazionalizzazione e nuovi progetti immobiliari anche all’estero». Il mercato del crowdfunding immobiliare globale rappresenta fino ad oggi oltre 4,3 miliardi di dollari di investimenti con una previsione degli analisti di Forbes a 300 miliardi di dollari entro il 2025. «L’investimento di Trentino Invest e Mak Invest - prosegue Bertoldi - assieme al financing di Mediocredito Centrale per le operazioni finanziarie di PMI, ci aiuta a migliorare il nostro prodotto, la prima società italiana a sviluppare il real estate crowdfunding. Tra gli obiettivi, vi è l’ educazione in tempi più veloci degli investitori, per far conoscere loro questa nuova forma di investimento alternativo nell’economia reale». Sulla piattaforma di Walliance è infatti possibile reperire ogni informazione legata agli investimenti, a partire da Business Plan e Financial Plan, potendo poi contare su di un sistema di messaggistica per comunicare direttamente con il promotore dell’operazione immobiliare e chiedere lui ogni informazione.

In soli 3 mesi Walliance ha raccolto tra adesioni e pre-adesioni oltre 1,4 milioni di euro, portando la prima piattaforma italiana di crowdfunding immobiliare a rappresentare il 10% del mercato dell’equity crowdfunding.