tecnologia

I principali trend tecnologici del 2018

La Blockchain, il machine learning, la robotica, l’Intelligenza Artificiale e le tecnologie wireless influenzeranno le aziende digitali del 2018

I principali trend tecnologici del 2018
I principali trend tecnologici del 2018 (Shutterstock.com)

MILANO - Il 2018 sarà un nuovo anno di cambiamenti tecnologici atti a supportare ancora di più il business. Un anno ricco di sfide e opportunità dove nuove tecnologie, nuovi modelli di gestione e practices stanno e continueranno a proliferare rapidamente. Queste tendenze avranno probabilmente un forte impatto su come le organizzazioni interagiscono con i clienti e sulle modalità lavorative dei dipendenti. Secondo Dimension Data, la Blockchain, il machine learning, la robotica, l’Intelligenza Artificiale e le tecnologie wireless influenzeranno le aziende digitali del 2018.

Digital Business 2018
Per il 2018 vediamo un enorme potenziale nei confronti delle nuove e molteplici tecnologie che saranno in grado di supportare il digital business. Ma perché queste nuove tecnologie abbiano successo, le aziende devono investire nelle architetture digitali più appropriate e in accordo con i propri piani di sviluppo e di trasformazione. L’Intelligenza Artificiale, la robotica e la realtà virtuale e aumentata, insieme, portano a ulteriori risultati straordinari alle organizzazioni che investiranno in questi ambiti. La realtà aumentata, in particolare, uscirà dai soliti schemi ludici per entrare nel mondo aziendale. Prevediamo, inoltre, un boom delle tecnologie wireless che aiuteranno l’espansione dell’IoT. Ma la vera protagonista sarà la Blockchain che apporterà un reale valore alle organizzazioni che ricorrono all’IoT, fornendo una metodologia per raccogliere informazioni da migliaia di sensori, in modo sicuro.

Digital infrastructure 2018
Le aziende, indipendentemente dal settore di mercato in cui operano, sono sempre più consapevoli delle minacce derivanti dalla digital disruption. Per questo, nel 2018 prevediamo che gli operatori storici rafforzeranno le proprie infrastrutture digitali al fine di rendere più snelle, flessibili e meglio adattabili a un mercato sempre più volatile. Ci aspettiamo un focus delle aziende incentrato sulla velocità di implementazione e non tanto sui costi, in quanto realizzeranno che il beneficio più significativo dato da una nuova tecnologia è quello di farla funzionare. Le organizzazioni il cui obiettivo sarà l’innovazione e i fattori di differenziazione si adatteranno più facilmente in questo nuovo mercato nel quale anche gli sviluppatori ricorreranno sempre più massicciamente alla tecnologia container. Crediamo, inoltre, che sempre più aziende faranno uso di API per aggiungere valore ai propri prodotti.  A seguito di ciò, il relativo cambiamento a cui assisteremo sarà il passaggio da architetture tecnologiche ad architetture di servizio per standardizzare le modalità di utilizzo di molteplici servizi differenti.  Ma sarà anche l’anno dell’evoluzione dei big data a supporto di una maggiore richiesta da parte delle aziende di poter gestire meglio le informazioni raccolte.

Hybrid cloud 2018
Nonostante le promesse del cloud ibrido, ci aspettiamo che anche nel 2018 molte organizzazioni continueranno a lavorare su come trarre reale valore dall’ibrido. Nello specifico, il contenimento dei costi continuerà ad essere una delle principali problematiche per quelle aziende che operano il proprio patrimonio IT on-premise e su cloud. Una delle possibili soluzioni arriverà dalla crescita delle soluzioni per la gestione dell’hybrid cloud che offre ai clienti una visione più chiara di come l’informazione – e la spesa – viene distribuita attraverso i propri asset di cloud ibrido. Prevediamo anche una maggiore innovazione da parte degli stessi fornitori cloud. Molte delle aziende cloud più piccole si specializzeranno in alcuni settori di mercato specifici ma dovranno offrire una postura di sicurezza più unificata in risposta alla crescente domanda in quest’area da parte dei clienti nei confronti dei fornitori cloud.

Digital workplace 2018
In termini di miglioramento della tecnologia consolidata, prevediamo che le comunicazioni via web in tempo reale verranno semplificate ulteriormente, sostituendo la necessità di programmi desktop dedicati.  Questo perché vediamo che le aree di videoconferenza stanno diventando la prassi in molti uffici. Le nuove tendenze che stanno emergendo, anche se con minore visibilità, includono l’utilizzo di assistenti virtuali vocali a supporto in tutto l’ufficio affinché i dipendenti abbiano più tempo da dedicare a questioni più cruciali. Inoltre, ci aspettiamo di assistere a notevoli evoluzioni nelle modalità con cui gli spazi vengono utilizzati, dove gli uffici IoT possono offrire ai lavoratori un ambiente più produttivo mentre i negozi dotati di tecnologia beacon consentono agli acquirenti un’esperienza più personalizzata.  Ma anche la sperimentazione del BYOA – Bring Your Own App – costituirà un nuovo scenario nel quale gli utenti potranno scegliere quali strumenti utilizzare senza imposizioni da parte dell’IT aziendale. Questo, però, introduce nuovi fattori di rischio e problematiche per quel che concerne la sicurezza aziendale e la gestione delle informazioni, ma porterà enormi vantaggi a tutte quelle aziende che avranno implementato una strategia ben ponderata.

Customer experience 2018
Pensiamo che il 2018 sarà l’anno in cui molti elementi del digitale cominceranno a confluire insieme per offrire una customer experience sempre più coesa. Finalmente, i leader sfrutteranno l’omnicanalità, offrendo ai clienti un’esperienza ancora più connessa.  L’Intelligenza Artificiale offrirà supporto allo staff di vendita sollevandolo da molte delle attività più ripetitive, attualmente distribuite su molteplici sistemi. L’AI, infatti, consente di raccogliere informazioni provenienti da differenti fonti in un unico punto, consentendo al personale di perdere il meno tempo possibile nell’utilizzo di sistemi e interfacce differenti. Infine, ci aspettiamo di assistere all’evoluzione dei servizi ai clienti di massa verso la personalizzazione di massa.

Cybersecurity 2018
La minaccia alla sicurezza informatica è più stringente che mai e proprio per questo nel 2018 le organizzazioni cominceranno a raddoppiare le proprie difese. Uno dei principali trend che ci aspettiamo di vedere è il ritorno dei modelli zero-trust, per i quali le aziende richiedono alle persone che accedono ai propri sistemi di dimostrare le proprie credenziali. L’autenticazione multi-factor svolgerà un ruolo fondamentale in questo ambito e fortunatamente la tecnologia a sostegno dell’autenticazione multi-factor è migliorata a un livello tale che la registrazione non rallenta necessariamente i dipendenti. Prevediamo inoltre di assistere a un incremento della diffusione di tecnologie sempre più sofisticate in grado di contrastare le violazioni. Queste includono le tecnologie di raggiro grazie alle quali account contraffatti vengono creati dal sistema dell’organizzazione per cogliere in fallo i cyber criminali che credono di essersi introdotti in firewall esterni. E ancora, crescerà la domanda per le tecnologie deep learning e ‘robo-hunters’ che monitorano il comportamento delle persone all’interno dei sistemi dell’ufficio, segnalando eventuali anomalie.