8 marzo 2021
Aggiornato 22:30
fotovoltaico

La barca solare (anche torinese) che viaggia grazie all'energia del sole

La Tu Delft ha fatto la sua esibizione sui Laghi di Avigliana, in provincia di Torino. I pannelli fotovoltaici sono stati realizzati dall'azienda Solbian, grazie alla collaborazione con la startup torinese ILOOXS

TORINO - Un business nuovo quello delle barche solari, ma con un potenziale che potrebbe arrivare a essere importante nei prossimi anni, soprattutto alla luce della flotta mondiale degli yatch di lunghezza oltre i 30 metri, attestata a più di 5mila unità (fonte 2014) e in costante crescita. Talmente importante che già oggi attira l’interesse di una delle aree più ricche d’Europa, il Principato di Monaco, dove si è da poco conclusa la «Monaco Solar and Electric Boat Challenge», una manifestazione in cui barche elettriche solari, si sfidano nelle acque di fronte al prestigioso Yacht Club, punto di riferimento del jet-set internazionale. Circa una ventina le imbarcazioni al via provenienti da diverse parti d’Europa, prevalentemente studiate e realizzate da un mix di creatività, tecnologia e passione di studenti universitari con il supporto di aziende private.

Un business anche italiano
Un business internazionale, a cui si sta affacciando anche l’Italia. Dopo la manifestazione a Monaco, una delle imbarcazioni partecipanti alla competition, la Tu Delft, realizzata da alcuni studenti dell’Università tecnica di Delft in Olanda, ha fatto la sua esibizione sui Laghi di Avigliana, in provincia di Torino. Un’esibizione che è un omaggio all'azienda torinese che ha realizzato i pannelli fotovoltaici che ricoprono l’imbarcazione e che - di fatto - le permettono di funzionare: Solbian. L'evento è stato importante anche per presentare la partnership tra l’azienda Solbian che produce di pannelli fotovoltaici e la startup innovativa ILOOXS Technologies capace di realizzare un pannello solare totalmente personalizzato con una texture che riprende il «teak», materiale che si integra completamente nel contesto nautico, essendo il teak, un legno utilizzato per rivestire la parte calpestabile esterna delle imbarcazioni. ILOOXS e Solbian, oltre a presentare questa soluzione innovativa, hanno realizzato, in qualità di sponsor dell’evento di Monaco, 3 pannelli chiamati «flyer» personalizzati con un’immagine a tema mare e il logo dello Yacht Club de Monaco, in serie limitata e numerata, quali premi per i partecipanti.

Leggi anche: «ILOOXS, la startup che ti fa il pannello fotovoltaico personalizzato» »

La barca viaggia sulle acque dei Laghi di Avigliana
Ad Avigliana, veder l’imbarcazione solare sfrecciare sulle acque, è uno spettacolo. Sei metri di lunghezza per 190 chili di peso, schiva canoe e barche solite alla navigazione sul lago, viaggiando a filo sulle acque e sollevando la prua. Uno spettacolo anche un po' italiano. Dopo circa 30 mesi di lavoro come ricerca e sviluppo, la startup torinese ILOOXS Technologies ha, infatti, realizzato in collaborazione con Solbian, pannelli solari semi flessibili a elevata efficienza, totalmente personalizzabili, stravolgendo l’attuale concezione dei pannelli solari e il loro uso, aggiungendo un plus estetico che gli addetti ai lavori, finora incontrati, hanno accolto con grande interesse e sorpresa.

Un trend recente
«L’applicazione del solare sulle barche di lusso è un business molto recente - ci racconta Fabrizio Chiara, di ILOOX - .Prima era difficile che si sviluppasse a causa dell’aspetto estetico. L’impatto generato dai pannelli fotovoltaici tradizionali impediva la loro applicazione sulle imbarcazioni di lusso. Grazie alla nostra tecnologia oggi possiamo realizzare qualsiasi tipologia di immagine, texture e pattern ad altissima risoluzione, mantenendo il pannello solare efficiente e rendendolo completamente integrabile e compenetrato nel contesto in cui viene applicato». Il business dei pannelli solari per barche di lusso ha attirato recentemente anche Arcadia Yatch, una delle aziende più importanti nel settore nautico, che ha applicato sul suo modello A85 celle fotovoltaiche di ultima generazione su ben 40 metri quadrati di superficie che garantiscono ben 4,5 kw di potenza. E così le barche possono continuare a mantenere la loro bellezza e viaggiare grazie alla luce solare, inquinando meno.