7 dicembre 2019
Aggiornato 05:00
progetto fondazione crt

Come diventare imprenditori, a partire dalla scuola

Fondazione CRT e Unioncamere Piemonte realizzano un percorso formativo volto a favorire la cultura d'impresa già tra gli studenti. Si tratta del Progetto Diderot

TORINO - Diventare famosi come l’imprenditore che ha creato e reso possibile Walt Disney. E’ possibile? In un mondo dove saper creare lavoro per sé e per gli altri è diventato fondamentale, ecco che la formazione, a partire già dalla tenera età, può colmare il gap che oggi esiste tra gli studenti e chi effettivamente fa già parte del mondo del lavoro. Favorire la cultura d’impresa, mai come oggi, diventa uno step fondamentale per la crescita di una generazione capace di realizzare i propri obiettivi.

Favorire le competenze imprenditoriali
E’ con questo spirito che nasce il Progetto Diderot 2016-2017 della Fondazione CRT, sulla linea Rendere possibile… un’impresa impossibile, realizzata da Unioncamere Piemonte che mira a promuove nelle scuole secondarie di secondo grado il concetto di imprenditorialità e autoimprenditorialità giovanile attraverso un processo interattivo realizzato in aula tra studenti e attore/divulgatore, che li farà cimentare con compiti di tipo operativo, conducendoli ad attivare conoscenze e attività di cui essi stessi non comprendevano a pieno l’utilità, rendendoli così consapevoli della necessità di imparare di più e meglio e accrescendo in loro il senso di responsabilità e la capacità di autovalutazione.

Il progetto
I destinatari del progetto, circa 3mila studenti delle scuole secondarie piemontesi e valdostane, saranno coinvolti in attività che mirano a trasmettere agli alunni il concetto di etica e responsabilità sociale d’impresa, sia attraverso uno scambio interattivo e una partecipazione attiva da parte degli studenti stessi, sia attraverso la proiezione di filmati e case studies volti a rafforzare l’automotivazione. I laboratori saranno svolti tra novembre 2016 e maggio 2017 e prevedono per gli studenti del secondo biennio delle scuole secondarie anche attività che rientrano nei percorsi di alternanza scuola/lavoro, per la quale si richiede la realizzazione di un video della durata massima di 7 minuti, contenente la presentazione di una campagna promozionale di un prodotto a scelta degli studenti e nella quale deve essere posta in rilievo la metodologia più innovativa e originale per il miglior posizionamento del prodotto sui mercati.

I premi nelle aziende del territorio
I migliori 10 gruppi di studenti (composti da 4 studenti ciascuno) che avranno portato a termine il suddetto percorso avranno la possibilità di svolgere 30 ore di alternanza scuola/lavoro presso alcune imprese del territorio piemontese, sotto la supervisione dei responsabili/manager del settore aziendale selezionato. «È con entusiasmo che abbiamo raccolto l’invito della Fondazione CRT a collaborare a questa strategica linea progettuale - ha commentato Paolo Bertolino, Segretario Generale di Unioncamere Piemonte -. ‘Rendere possibile… un’impresa impossibile’ permetterà ai ragazzi di Piemonte e Valle d’Aosta di ipotizzare il loro sogno imprenditoriale, di scoprirsi veri protagonisti del loro futuro lavorativo».