apre il 21 novembre

UP-Urban Place, il coworking della capitale che guarda ai giovani

Situato tra la Stazione Tiburtina e la metro di Pietralata, UP nasce dall'incontro tra la domotica più avanzata e lo sviluppo di allestimenti innovativi e interconnessi facendo del completo automatismo il suo carattere distintivo per rispondere a tutte le esigenze dello smart working

(Credits photo courtesy of UP)

ROMA - Cresce la febbre dei coworkign e dopo l’investimento record raccolto da Davide Dattoli e dal suo team per Talent Garden, ecco che un altro spazio innovativo sta per aprire proprio nella capitale. Si chiamerà UP-URBAN PLACE e sarà inaugurato il prossimo 21 novembre.

Mille metri quadri per l’innovazione
Situato tra la Stazione Tiburtina e Pietralata, quartiere ormai vivissimo e con un’incredibile varietà di paesaggi urbani, con i suoi 1000 mq si colloca tra i più grandi coworking della capitale. Costruito sulla base delle richieste di un’industria 2.0 in velocissima crescita, UP nasce dall’incontro tra la domotica più avanzata e lo sviluppo di allestimenti innovativi e interconnessi così da rispondere a tutte le esigenze dello smart working. UP, infatti, offre una lunga serie di servizi e possibilità. Più di 90 postazioni molte delle quali offrono la possibilità di un ambiente riservato e silenzioso, due sale riunioni, un’area break, 800 mq di parcheggio, segreteria e stampanti, Fibra a 100 mega in tutta la struttura, possibilità di prenotazione postazioni e sale on line sono solo alcuni dei tantissimi servizi offerti dallo spazio per una fruizione 7/24 grazie all’accesso automatizzato con card, dall’apertura delle porte all’attivazione della postazione sino all’accensione della macchina del caffè.

Corsi ed eventi
La mappa di servizi che UP propone non è solo legata al coworking, ci sarà spazio per l’educational, per corsi, eventi e per soluzioni alternative di business. UP è in grado, così, di offrire soluzioni diverse per andare incontro alle esigenze di un ambiente lavorativo oggi in continuo cambiamento. In tre anni, infatti, più del 40% dei lavoratori ha iniziato ad assumere ritmi di lavoro molto diversificati, più flessibili grazie a un mix di strumenti informatici e aspetti organizzativi. «La nostra mission è offrire spazi di lavoro dinamici, dove poter incontrare altri professionisti e aziende, mettendo a disposizione molti servizi, da quelli fondamentali a quelli accessori, in modo da permettere agli utenti di concentrarsi sui propri obiettivi di business», afferma David Mazzoni, amministratore e fondatore di UP.

(Credits photo courtesy of UP)

I servizi
Il risultato è un ambiente moderno e dinamico, dove poter scegliere in base ai propri ritmi di lavoro, dall’Hot Desk, postazione singola in ambiente condiviso a un prezzo fortemente competitivo, ad ambienti più riservati e indipendenti tra loro, al virtual office. Grazie alla collaborazione con Satispay sarà inoltre possibile effettuare tutti i pagamenti tramite il proprio smartphone, mentre con VoipeVoice tutti i coworkers avranno la possibilità di mantenere il proprio numero di telefono fisso o di richiederne uno nuovo con portabilità sul proprio telefono cellulare. Per questo mese sarà inoltre possibile prenotare e provare gratuitamente per tre giorni una postazione all’interno dello spazio.