28 settembre 2020
Aggiornato 01:30
A Dubai

I cibi d'oro più cari del mondo

Una cena da veri reali? Non poteva che essere a Dubai dove una pizza può costare ben 180mila euro. Robe da pazzi, ma i dolci sono più economici: un pasticcino costa «solo» 90 euro

DUBAI - Si sa, quando si viaggia è molto facile imbattersi in cibi che, o sono troppo cari e non rispecchiano per niente il giusto rapporto qualità-prezzo, o sono letteralmente da buttare nella spazzatura. Gli agnolotti di mamma non hanno rivali, dobbiamo ammetterlo. Tante le startup che hanno deciso di approfittare del Made in Italy per portare i profumi d’Italia all’estero, peraltro con estremo successo. Oggi la food innovation sta avendo un vero e propio momento d’oro: piccoli e grandi imprenditori si lanciano in avanscoperta, provano, sperimentano soluzioni. E d’oro sono anche i cibi di Dubai, fulcro del lusso e dell’eccellenza. I costi qui sono davvero esponenziali e il portafoglio dev’essere bello spesso per poterseli permettere. Però abbiamo deciso di proporvene qualcuno, chissà che non vi vada di assaggiarlo davvero.

Il sandwich
Mi sento di partire dal suo prezzo: 75 euro. Chissà, allora, quali cibi conterrà al suo interno? No, niente caviale o patte di animali vicini all’estinzione. E’ servito alla Rostang Brasserie dell’hotel Atlantis, a Palm Jumeirah dove il noto chef e ristoratore francese Michel Rostang propone un sandwich semplicissimo, composto da due fette di pane tostato fatto in casa, una spalmata di burro salato e una grattata di tartufo nero fresco del Périgord. Per 75 euro direi che non è il caso.

La pizza
Questa può essere definita la pizza reale e non a caso il suo nome è proprio «Royal pizza». Viene offerta da Pierchic n zona Madinat Jumeirah. E così le vostre papille gustative potranno rimbalzare tra i tartufi bianchi d’Alba, tartufi neri del Périgord, foie gras, zafferano del Kashmir, caviale Beluga imbevuto di Dom Pérignon, funghi giapponesi e due foglie d’oro da 60 grammi. Costo totale della pizza? Siete pronti? Vi conviene sedervi: 180mila euro. Non aggiungo altro e lascio a voi le riflessioni.

Il cocktail
E’ chiaro che cibi di questo genere debbono essere obbligatoriamente accompagnati da qualcosa da bere. Come fate, sennò, a mandare già una piazza da 180mila euro? Niente paura, a Dubai ogni desiderio è un ordine. Perché quindi non scegliere un refrigerante cocktail allo Skyview bar del Burj Al Arab. Il cocktail è il «27.321» che indica il piano del grattacielo in cui viene servito (321 sono i metri di altezza del famoso palazzo a forma di vela). Il cocktail è composto da whisky Macallan invecchiato 55 anni, zucchero, frutto della passione e viene servito in un bicchiere d’oro 18 carati, che potete anche portare via con voi una volta finito il drink. Soluzione alternativa e piuttosto interessante. Costo del tutto? 6600 euro, neanche tanto se pensate al valore della pizza e che in compenso vi potete portare a casa il bicchiere.

Il dolce
Come finire un pasto senza dolce? Impossibile, anche se contemplando una cena del genere, forse il dolce si potrebbe anche omettere. Sì perché a Dubai c’è il pasticcino più costoso del mondo: 90 euro. Si chiama upcake Golden Phoenix di Bloomsbury (boutique dei dolci all’interno del Dubai Mall), preparato con farina biologica proveniente da Doves, burro biologico importato dall’Inghilterra, cioccolato e cacao Premium Porcelana dell’italiana Amedei, baccelli di vaniglia originari dell’Uganda, fragole biologiche, polvere e foglie d’oro commestibili. Non basta? Allora c’è la coppa di gelato dal valore di 724 euro con scaglie d’oro commestibili a 23 carati. Insomma, una vera cena da sangue blu. Ma siamo sicuri che non ci rimanga sullo stomaco?