23 maggio 2022
Aggiornato 17:00
Anniversari

Al via le celebrazioni per i 450 anni dalla nascita di Galileo

Iniziano oggi, con una serie di iniziative promosse dall'Agenzia spaziale italiana e dall'Istituto nazionale di fisica nucleare, nella sede dell'Ambasciata italiana di Washington, negli Stati Uniti, le celebrazioni per festeggiare i 450 anni dalla nascita di Galileo Galilei, nato a Pisa il 15 febbraio del 1564.

WASHINGTON - Iniziano oggi, con una serie di iniziative promosse dall'Agenzia spaziale italiana e dall'Istituto nazionale di fisica nucleare, nella sede dell'Ambasciata italiana di Washington, negli Stati Uniti, le celebrazioni per festeggiare i 450 anni dalla nascita di Galileo Galilei, nato a Pisa il 15 febbraio del 1564. Si parte con l'inaugurazione di una mostra dedicata al celebre scienziato italiano: «Galileo turns 450. The Exploration of the Universe», che ospita contributi provenienti dal Museo Galileo di Firenze, dalla National Gallery of Art e dalla Library of Congress di Washington, insieme a documenti originali appartenenti alla Domus Galileiana di Pisa.

All'inaugurazione è associata una conferenza di apertura con gli interventi di Fernando Ferroni e Antonio Masiero, rispettivamente presidente e vicepresidente dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn), di Gino Segrè, dell'Università della Pennsylvania mentre l'Agenzia spaziale italiana (Asi) verrà rappresentata dall'astronauta dell'Esa e Col. pil. dell'AM, Roberto Vittori.

«L'occasione - ha commentato Stefano Lami, addetto scientifico dell'Ambasciata di Italia a Washington - è molteplice: non solo si celebra l'anniversario della nascita del fondatore del metodo scientifico, ma l'iniziativa è organizzata durante il semestre italiano di presidenza dell'Unione Europea (il cui ambasciatore è un altro astronauta, Luca Parmitano) e Galileo, che credeva fortemente in un aperto e produttivo scambio di opinioni, può essere considerato indubbiamente uno dei primissimi scienziati europei. Inoltre, proprio a dicembre celebriamo i 50 anni del lancio del satellite San Marco avvenuto poco lontano da qui, a Wallops Island, evento che ricordiamo come la nascita dello spazio in Italia».

La manifestazione prevede anche un ciclo di conferenze, tenute da scienziati e studiosi di Galileo, che si svolgeranno dal 9 ottobre al 12 dicembre nella sede dell'Ambasciata d'Italia a Washington. Per l'evento di chiusura, a dicembre, è prevista la presenza del Prof. Roberto Battistion, Presidente dell'Agenzia Spaziale Italiana.