9 dicembre 2019
Aggiornato 05:00
Internet & Privacy

Diritto all'oblio, 12.000 richieste a Google in un giorno

Per conformarsi a una decisione della giustizia europea di metà maggio, il colosso americano, giovedì, ha messo online un formulario per chi vuole chiedere l'applicazione del «diritto all'oblio».

BERLINO - Google ha ricevuto ieri più di 12.000 richieste di internauti che desiderano la cancellazione definitiva dei loro dati personali. Per conformarsi a una decisione della giustizia europea di metà maggio, il colosso americano, giovedì, ha messo online un formulario per chi vuole chiedere l'applicazione del «diritto all'oblio».

La sentenza ha decretato per la prima volta la responsabilità dei motori di ricerca, stabilendo che il gestore di un motore di ricerca su Internet è responsabile del trattamento dei dati personali su pagine web pubblicate da terzi ed è quindi il soggetto indicato ad eliminare i contenuti. Negli ultimi anni sono state più di 200 le denunce legate alla tutela del diritto all'oblio. Tutte le richieste pervenute, ha fatto sapere Google, saranno trattate singolarmente e non in maniera automatica. Per questa ragione, il gruppo non ha saputo indicare i tempi necessari ad ottenere la cancellazione dei dati richiesta dai singoli utenti.