21 ottobre 2020
Aggiornato 20:30
10mila uomini di Mali, Niger, Mauritania, Ciad e Burkina Faso

Terrorismo, Mogherini: Ue regala 50 mln di euro per una nuova forza militare nel Sahel

L'Ue finanzierà con 50 milioni di euro la creazione di una forza militare africana per contrastare i jihadisti nella regione del Sahel. Lo ha annunciato il capo della diplomazia europea, Federica Mogherini, in occasione della riunione annuale tra il rappresentante dell 'Ue e i ministri degli Esteri del G5 Sahel

https://adv.diariodelweb.it/video/askanews/2017/06/20170606_video_18090044.mp4

BAMAKO - L'Unione europea finanzierà con 50 milioni di euro la creazione di una forza militare africana per contrastare i jihadisti nella regione del Sahel. Lo ha annunciato il capo della diplomazia europea, Federica Mogherini, in occasione della riunione annuale tra il rappresentante della Ue e i ministri degli Esteri del G5 Sahel (Mali, Mauritania, Niger, Ciad e Burkina Faso) che si è tenuta a Bamako, in Mali. "Una forza congiunta con una forte cooperazione regionale e un importante coordinamento con le altre operazioni sul territorio - ha detto Mogherini, annunciando lo stanziamento dei fondi - è il solo, il migliore modo di affrontare la sfida del terrorismo ma anche del controllo del territorio. Si tratta di contrastare ogni tipo di traffico, che sia di droga, di armi o di esseri umani». "L'Unione europea è al fianco dei paesi del G5. Stabilità e sviluppo nella regione del Sahel sono cruciali non solo per l'Africa ma anche per l'Europa. Questo contributo arriverà molto rapidamente e spero che questo mostri la giusta direzione agli altri partner del G5 Sahel".