24 settembre 2021
Aggiornato 08:00
Strage di Nizza

Hollande: «Tutta la Francia è nel mirino dei terroristi»

La nuova strage è avvenuta nel giorno della festa nazionale e lo stato d'emergenza verrà prorogato per altri tre mesi. E' il terzo grave attentato nel cuore della Francia.

https://adv.diariodelweb.it/video/askanews/2016/07/20160715_video_09490583.mp4

PARIGI - A pochi mesi dalla strage di Parigi la Francia è di nuovo vittima di un attentato terroristico. Non ha dubbi il presidente francese Francois Hollande, il camion che ha travolto la folla sul lungomare uccidendo almeno 84 persone, è un altro grave attacco al Paese.

La strage nel giorno della festa nazionale
«La Francia è stata colpita nel giorno della sua festa nazionale - ha detto il presidente francese - simbolo della libertà, perché i diritti dell'uomo sono negati dai fanatici e quindi la Francia è necessariamente il loro bersaglio». «In nome della nazione esprimo la mia solidarietà alle vittime e alle loro famiglie - ha detto ancora - sono stati dispiegati tutti i mezzi possibili per assistere i feriti, è stato attivato il piano d'emergenza negli ospedali».

Lo stato d'emergenza viene prorogato
E' l'ennesimo duro colpo alla Francia. «Dopo gli attacchi di Parigi a gennaio 2015, dopo quelli di novembre, con Saint-Denis, ora è il turno di Nizza. Tutta la Francia è nel mirino del terrorismo islamico». Hollande ha ribadito che è necessario «fare di tutto per lottare contro il flagello del terrorismo», confermando che il conducente del camion che ha compiuto il massacro è stato ucciso e che si stanno cercando eventuali complici. Inoltre, ha chiarito: «Lo stato d'emergenza che doveva terminare il 26 luglio verrà prorogato di altri tre mesi».