23 gennaio 2020
Aggiornato 00:00
In occasione del G7 in Giappone

John Kerry, primo segretario di stato a Hiroshima: visita storica ma senza scuse

I ministri degli Esteri dei Paesi del G7 che si tiene in Giappone si sono recati a rendere omaggio alle vittime della bomba atomica americana a Hiroshima. Kerry è il primo segretario di stato americano a visitarla

https://adv.diariodelweb.it/video/askanews/2016/04/20160411_video_10184463.mp4

HIROSHIMA - I ministri degli Esteri dei Paesi del G7 che si tiene in Giappone si sono recati a rendere omaggio alle vittime della bomba atomica americana a Hiroshima. Fra questi anche il capo della diplomazia statunitense John Kerry per una visita alla città martire giapponese che non ha precedenti.

Kerry è il primo segretario di stato americano a visitare Hiroshima
John Kerry è il primo segretario di stato americano a visitare Hiroshima, dove il 6 agosto del '45. "Tutti dovrebbero vedere e sentire la potenza di questo memoriale", ha scritto John Kerry sul libro del museo, mentre si fa più concreta l'eventualità che lo stesso capo di stato americano, Barack Obama, possa recarsi ad Hiroshima in occasione del G7 di maggio in Giappone.

Niente scuse, ma si guarda al futuro
Circa 140.000 giapponesi vennero uccisi dalla bomba atomica sganciata dal B-29 americano. Veterano del Vietnam e convinto portavoce del non interventismo e del disarmo, Kerry non però ha presentato le scuse americane per quell'atto di guerra. "La mia visita a Hiroshima ha un significato molto speciale per la forza delle nostre relazioni e per il percorso che abbiamo fatto insieme dai difficili tempi della guerra", ha detto Kerry al ministro degli Esteri giapponese Fumio Kishida. "La visita non riguarda il passato, ma il presente e il futuro".