22 ottobre 2019
Aggiornato 05:00
Turchia

Elezioni Istanbul, vince Imamoglu: battuto nuovamente il candidato di Erdogan

La perdita di Istanbul è un grosso rovescio per il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, che ha iniziato nel 1994 la sua irresistibile ascesa politica proprio dalla poltrona di sindaco della grande città.

Elezioni Istanbul, vince Imamoglu: battuto nuovamente il candidato di Erdogan
Elezioni Istanbul, vince Imamoglu: battuto nuovamente il candidato di Erdogan ANSA

ISTANBUL - Il candidato di opposizione Ekrem Imamoglu ha vinto nuovamente le elezioni a sindaco di Istanbul, battendo l'esponente del partito di governo Binali Yildirim. Con quasi tutte le sezioni scrutinate Imamoglu ha ottenuto il 53,92% dei voti contro il 45,17% di Yildirim. Il voto di oggi è una replica di quello del 31 marzo, già vinto per un stretto margine dal Imamoglu, decisa dalla Commissione elettorale su richiesta del partito di governo Akp.

Molto alta la partecipazione al voto, con un'affluenza dell'84,41%: quasi 8,8 milioni di persone sono andare a votare nella megalopoli sul Bosforo su circa 10,5 milioni di aventi diritto. La perdita di Istanbul è un grosso rovescio per il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, che ha iniziato nel 1994 la sua irresistibile ascesa politica proprio dalla poltrona di sindaco della grande città. E qualcuno si spinge a ipotizzare che per Erdogan il voto di oggi possa essere l'inizio della fine.

Imamoglu, 49enne candidato del Partito repubblicano del popolo (CHP), fino a pochi mesi fa era un politico semisconosciuto: era infatti sindaco di Beylikduzu, una circoscrizione di Istanbul abitata da classi medio-borghesi. Originario di Trabzon, città sulla costa turca del Mar Nero, caratterizzato da componenti nazionaliste e religiose, Imamoglu, fin dall'inizio della sua campagna ha tracciato un profilo di uomo moderato, deciso a dialogare con tutti i settori della composita società turca.

Il risultato delle amministrative del 31 marzo scorso, che aveva consegnato la poltrona di primo cittadino a Imamoglu, era stato annullato lo scorso 6 maggio dal Consiglio elettorale superiore (Ysk) per presunte irregolarità. Yildirim, candidato dell'Akp, il partito di governo, e del nazionalista Mhp, alleato di Erdogan, era stato sconfitto da Imamoglu, che aveva ottenuto il 48,80% dei voti a fronte del 48,55% raccolto dal suo oppositore. Imamoglu aveva ricevuto il suo mandato di sindaco lo scorso 17 aprile, ma l'incarico era durato appena due settimane perché l'Akp aveva presentato ricorso al Consiglio, chiedendo di annullare il risultato. Il Consiglio ha quindi ritirato il mandato di Imamoglu, stabilendo che i residenti di Istanbul sarebbero tornati a votare per eleggere - una seconda volta - il sindaco della metropoli.