25 giugno 2019
Aggiornato 02:00
Omicidio Giulio Regeni

Caso Regeni, Cicchitto accusa Usa e Gran Bretagna

Per il presidente della Commissione Esteri «ci sono due buchi neri in questa vicenda. La mia è una analisi, non devo avere le prove»

ROMA - Per il presidente della Commissione Esteri della Camera Fabrizio Cicchitto «ci sono due buchi neri in questa vicenda. Uno è il ruolo dell'università di Cambridge. L'altro è l'articolo del New York Times, commissionato chiaramente dai servizi segreti Usa, una trappola organizzata dalle forze che manovrano contro l'Italia».  Cicchitto ha sottolineato: «Il pezzo esce in contemporanea alla decisione di rimandare il nostro ambasciatore in Egitto, quasi che ci siano forze anche del sistema petrolifero che non vogliono che l'Italia riallacci i rapporti con Al Sisi», ma ha poi aggiutno: «La mia è una analisi, non devo avere le prove»