13 novembre 2018
Aggiornato 23:30

Migranti, notte di controlli dell'esercito austriaco al Brennero. Il Ministro: «Operazioni necessarie»

Le forze armate austriache hanno affiancato la polizia al confine del Brennero e per tutta la notte è stata condotta un'operazione che i media austriaci definiscono 'controllo di priorità'
Il confine del Brennero
Il confine del Brennero (ANSA / IRIS GARAVELLI)

BOLZANO - Le forze armate austriache hanno affiancato la polizia al confine del Brennero e per tutta la notte è stata condotta un'operazione che i media austriaci definiscono «controllo di priorità». Come scrive la Krnoer Zeitung i soldati dell'esercito austriaco hanno effettuato perquisizioni capillari al casello di Schönberg sull'autostrada del Brennero. Le operazioni di controllo hanno riguardato camion, veicoli commerciali, caravan e i treni, sia passeggeri che merci. All'operazione hanno partecipato otto poliziotti e sedici militari. Sul treno merci partito da Bolzano alla volta di Monaco di Baviera sono stati trovati quattro uomini e due donne provenienti da Costa d'Avorio, Nigeria e Burkina Faso. Uno di loro è stato respinto in Italia. La polizia del Tirolo speiga che quella della scorsa notte è la prima di una serie di controlli programmati. Entro la fine del mese sono previste 36 operazioni analoghe, e 81 a settembre.

Il Ministro: impossibile evitare i controlli
Il ministro degli Interni austriaco Wolfgang Sobotka ha sottolineato che la sospensione dei controlli di frontiera all'interno dell'area Schengen è ammissibile soltanto qualora vi sia un «adeguato» controllo delle frontiere esterne dell'Europa. Fino a quel momento, ha aggiunto il Ministro, non si potranno evitare «misure di carattere nazionale». Una nemmeno troppo implicita bordata contro le politiche dell'Unione Europea, che in giornata aveva auspicato una sospensione dei controlli sui migranti all'interno dell'area Schengen.

Treni merci
I controlli hanno consentito di sorprendere migranti che tentavano di passare la frontiera tra Italia e Austria. Otto funzionari di polizia e sedici soldati hanno effettuato controlli alla stazione ferroviaria di Matrei am Brenner anche sui treni merci provenienti. I convogli merci sono utilizzati dai profughi per raggiungere Austria e Germania con la speranza di non essere scoperti. Sul treno partito da Bolzano e diretto a Monaco di Baviera sono state trovate due donne e quattro uomini della Costa d'Avorio, Nigeria e Burkina Faso. Le sei persone viaggiavano all'interno di un serbatoio vuoto dove normalmente è contenuto gas liquefatto.