14 ottobre 2019
Aggiornato 12:00
La promessa del primo ministro durante la campagna elettorale

Turchia, l'ultima trovata di Davutoglu per la campagna elettorale: «Vi troveremo un partner»

Il Partito per la Giustizia e lo sviluppo fa concorrenza alle agenzie matrimoniali in Turchia. Il primo ministro islamico moderato Ahmet Davutoglu ha infatti proposto alle persone single che desiderano trovare un consorte di rivolgersi ad Akp

ISTANBUL - Il Partito per la Giustizia e lo sviluppo «fa concorrenza» alle agenzie matrimoniali in Turchia. Il primo ministro islamico moderato Ahmet Davutoglu ha infatti proposto alle persone single che desiderano trovare un consorte di rivolgersi ad Akp, durante un comizio della campagna elettorale per le elezioni politiche del 1 novembre.

Per chi si vuole sposare
«Avete un lavoro, uno stipendio, da mangiare, che cosa resta? Un partner», ha gridato Davutoglu di fronte ai sostenitori del partito riuniti nella città meridionale di Sanliurfa, «Quando volete sposarvi, per prima cosa vedete i vostri genitori. Se Dio vuole, vi troveranno la persona ideale. Se così non fosse, rivolgetevi a noi. Noi vogliamo che la popolazione di questo Paese aumenti».

Per chi si vuole sposare
Al potere dal 2002, l'Akp difende una visione conservatrice della famiglia ed è regolarmente accusato dai detrattori di voler «islamizzare» la società turca. Durante i suoi discorsi, il presidente Recep Tayyip Erdogan incita regolarmente le donne turche ad avere «almeno tre figli». Un anno fa, il leader del Paese aveva scatenato una durissima polemica giudicando «contro natura» l'uguaglianza tra uomini e donne e sottolineando che l'islam aveva «definito un posto per le donne: la maternità».

Sostegno economico
Durante il suo discorso a Sanliurfa, Davutoglu ha inoltre promesso un sostegno finanziario del governo per semplificare i matrimoni. «Maschio o femmina, quando sarà aperto un conto corrente bancario per preparare il matrimonio il governo aggiungerà il 20 per cento della somma che i genitori hanno versato per dare un aiuto», ha spiegato il premier. «Come non amare un governo del genere?», ha poi chiesto tra le acclamazioni della gente.

(fonte AFP)