20 luglio 2019
Aggiornato 18:30
L'accordo è valido per tre anni

In Norvegia mancano le celle e l'Olanda affitta il suo carcere ai detenuti

Oggi i primi detenuti oggetto dell'accordo da 25 mln di euro tra i due paesi sono giunti nel carcere di Norgenhaven

L'AIA (askanews) - Sono giunti nel carcere olandese di Norgerhaven i primi detenuti norvegesi trasferiti per continuare a scontare la propria pena all'estero, frutto di un accordo da 25 milioni di euro che prevede l'affitto da parte delle autorità di Oslo di alcune celle nelle prigioni olandesi.

L'Olanda affitta le celle ai norvegesi
L'accordo - valido per tre anni e ratificato dai Parlamenti di entrambi i Paesi - prevede il trasferimento di 242 detenuti norvegesi nel carcere olandese di Norgerhaven; le autorità di Oslo hanno spiegato che mentre nelle carceri norvegesi non vi è posto sufficiente per i detenuti in Olanda al contrario le prigioni risultano attualmente sovradimensionate.

L'accordo tra i due paesi è di 25 milioni di euro
Ai prigionieri - alcuni dei quali hanno accettato volontariamente il trasferimento, nonostante le condizioni di detenzione non siano paragonabili a quelle norvegesi - continuerà ad essere applicato il diritto norvegese, mentre le guardie carcerarie saranno olandesi, ma supervisionate da un dirigente norvegese. L'iniziativa è stata criticata dall'associazione norvegese delle famiglie dei detenuti, che rende più difficile le visite e «diminuisce le possiblità di reinserzione nella società». Oltre che alla Norvegia l'Olanda affitta celle nelle proprie prigioni anche al Belgio, altro Paese con una sovrappopolazione carceraria.