24 febbraio 2020
Aggiornato 15:30
Un altro modo di combattere lo Stato Islamico

Isis, l'attacco dell'Iran con le vignette satiriche

Teheran ha lanciato una competizione internazionale che ha già richiamato migliaia di cartoonist da tutto il mondo

TEHERAN - L'Isis avanza e l'Occidente trema. Intanto, gli iraniani si divertono a sbeffeggiare l'autoproclamato Stato Islamico facendo satira. Al posto delle bombe, Teheran ha scelto di fronteggiare le aspirazioni di conquista mondiale dei nuovi terroristi lanciando un concorso di vignette con tema, appunto, l'Isis. Da febbraio all'Iranian House of Cartoon sono arrivate migliaia di idee da oltre 40 Paesi, tra cui Australia, Brasile, Indonesia e Regno Unito. Hanno partecipato anche vignettisti iracheni e siriani che vivono sotto il regime dello Stato islamico, tanto da essere stati costretti ad utilizzare uno pseudonimo per evitare ritorsioni. I temi si concentrano sulla violenza insensata, le distorsioni del messaggio islamico, le strategie contro (o pro?) gli Stati Uniti. Il celebre cartoonist francese Bernard Bouton ne ha selezionate 280, che ora sono state esposte nei quattro centri culturali di Teheran per una settimana. Il 31 maggio si conosceranno i vincitori. Eccovene un assaggio...