25 aprile 2024
Aggiornato 13:30
Vertice euro-asiatico a Milano

Putin parlerà di sanzioni con Renzi

Il leader russo sarà a Milano, il 16 e 17 ottobre, per il vertice euro-asiatico. Il Cremlino dichiara che non si esclude un incontro con il presidente ucraino Petro Poroshenko, durante il quale si cercherebbe di trovare una soluzione politica al conflitto in corso tra i due paesi.

MOSCA - Il 16 e 17 ottobre Vladimir Putin sarà a Milano. Lo conferma il Cremlino che dichiara che il leader russo arriverà in Italia per il vertice euro-asiatico (Asem). L'agenda di Putin prevede una serie di colloqui con leader internazionali - informa il consigliere Yuri Ushakov - e non sono esclusi gli incontri con la cancelliera Angela Merkel, il presidente francese Francois Hollande e, soprattutto, il presidente ucraino Petro Poroshenko. Ushakov ha aggiunto che sono possibili anche incontri bilaterali, compreso uno con il presidente del Consiglio Mattero Renzi.

TORNA IL FORMATO NORMANNO - Il consigliere del Cremlino Ushakov ha comunicato che «In Italia sono in agenda una serie di incontri con partner occidentali, per i quali, evidentemente, il tema dell'Ucraina sarà tra quelli centrali non è escluso il cosiddetto formato Normanno, Merkel, Hollande, Putin e Poroshenko». A Milano - continua il consigliere russo - «ci sarà una consistente rappresentanza. Non posso ora dire con chi esattamente ci saranno incontri e come saranno organizzati. Al momento ci stiamo occupando proprio di questo, valutando i possibili contatti del nostro presidente», ha precisato Ushakov, evidenziando come non ci sia stato ancora un incontro diretto con Matteo Renzi.

VERSO UNA TREGUA - A Milano ci sarà la possibilità di mettere fine ai contrasti tra la Russia di Putin e l'Ucraina di Poroshenko? Con molta probabilità sarà proprio in occasione del vertice euro-asiatico, previsto per il 16 e 17 ottobre a Milano, che i due leader si incontreranno e cercheranno una soluzione politica al conflitto in corso, con la tregua nel Sud-Est del Paese ex sovietico minacciata ogni giorno da violenze.

O FORMATO ALLARGATO? - E per questo incontro sono al vaglio varie opzioni: Mosca ipotizza un meeting nel formato «normanno»: oltre ai leader russo e ucraino, la cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente francese Francois Hollande, senza chiuedere, però, a iniziative diverse. Dall'amministrazionepresidenziale ucraina - riferisce Ria Novosti - si avrebbe notizia di un formato «allargato», senza precisare. Fonti di Kiev parlano di includere anche l'Italia, con il presidente del Consiglio Matteo Renzi, e magari il premier britannico David Cameron. La formula è al vaglio delle varie parti coinvolte, ma sia a Kiev che a Mosca, sembrano essere d'accordo almeno su un punto, e cioè che sarebbe «normale che all'incontro partecipi la presidenza di turno dell'Ue».