30 marzo 2020
Aggiornato 13:00
Proseguirà la riabilitazione a casa

Malala dimessa dall'ospedale di Birmingham

Malala Yousafzai, la ragazza pachistana divenuta un'icona nella lotta ai talebani, è stata dimessa dall'ospedale Queen Elizabeth di Birmingham, in Gran Bretagna, dove è stata operata con successo alla scatola cranica

BIRMINGHAM - Malala Yousafzai, la ragazza pachistana divenuta un'icona nella lotta ai talebani, è stata dimessa dall'ospedale Queen Elizabeth di Birmingham, in Gran Bretagna, dove è stata operata con successo alla scatola cranica. La 15enne sta «recuperando bene» dopo l'intervento della scorsa settimana, con cui le è stata inserita una placca di titanio su una parte mancante del cranio.

«Il suo team medico ha deciso che era in condizioni buone ed è stata dimessa», ha riferito l'ospedale. «Ora continuerà la riabilitazione nella sua abitazione provvisoria a Birmingham, e verrà ogni tanto in ospedale per farsi visitare».

Il 9 ottobre scorso Malala era stata colpita alla testa da un proiettile sparato da un talebano, che voleva punirla per il suo impegno a favore dell'istruzione delle giovani pachistane.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal