23 ottobre 2019
Aggiornato 22:00
Inchiesta su caso che provocò grande tensione a Bagram

Militari americani in Afghanistan provarono a bruciare 500 copie del Corano

E' quanto emerge da un'inchiesta militare i cui risultati sono stati rilasciati ieri, riferisce il «Washington Post». Civili decapitati, Talebani negano responsabilità. Si schianta elicottero Nato: giallo sull'equipaggio

KABUL - Nello scorso mese di febbraio, le truppe Usa in Afghanistan hanno provato a bruciare circa 500 copie del Corano in una prigione afgana, nonostante i ripetuti avvertimenti dei soldati locali: è quanto emerge da un'inchiesta militare i cui risultati sono stati rilasciati ieri, riferisce il Washington Post.
Secondo quanto si è appreso, il numero di copie del Corano portate presso l'inceneritore della base militare di Bagram fu di molto superiore a quello reso noto ufficialmente dalle truppe.
L'incidente provocò grandi tensioni tra Washington e Kabul e sembra essere tra le principali ragioni alla base dei ripetuti attacchi contro i militari della Nato da parte delle forze di sicurezza afgane.
L'esercito Usa ha annunciato azioni disciplinari contro sei militari che furono individuati come responsabili della distruzione di alcune copie del libro sacro.

Civili decapitati, Talebani negano responsabilità - Il movimento dei talebani ha smentito ieri ogni responsabilità nella decapitazione di 17 civili in un villaggio del sud dell'Afghanistan: un portavoce degli studenti del Corano ha spiegato che i comandanti della regione in cui ha avuto luogo la strage non sono a conoscenza di alcun coinvolgimento dei propri uomini. Il movimento dei talebani, ricorda oggi il Financial Times, proibisce questo tipo di condotta sulla base dell'interpretazione più restrittiva della sharia, la legge islamica.

Si schianta elicottero Nato: giallo sull'equipaggio - Un elicottero della Nato si è schiantato nella provincia di Logar, nell'est dell'Afghanistan, ma non è chiara la sorte dell'equipaggio. Secondo quanto riferisce l'Alleanza tramite la portavoce Amy Hession, l'incidente non avrebbe provocato vittime, mentre i talebani hanno annunciato che un loro combattente ha abbattuto l'elicottero uccidendo tutte le persone a bordo. La coalizione internazionale ha sottolineato che nell'area dello schianto, avvenuto nella notte, non sono state registrate attività di militanti.