16 luglio 2024
Aggiornato 13:30
La rivolta in Siria

Siria: CNS, la Lega araba vada a Homs, un quartiere «assediato»

Il Consiglio nazionale siriano: «Altrimenti gli osservatori concludano la missione. Riterremo la Lega araba e la comunità internazionale responsabili dei massacri compiuti dal regime»

NICOSIA - Il Consiglio nazionale siriano (Cns), principale movimento di opposizione, ha esortato oggi la Lega araba, di cui una missione di osservatori è attesa domani in Siria, a recarsi a Homs, nel centro del Paese, dove migliaia di soldati «assediano» un quartiere della città.

«Dalle prime ore di questa mattina, il quartiere di Baba Amro (a Homs) è sotto assedio ed è minacciato di essere invaso da 4.000 soldati», riferisce il Cns in un comunicato pervenuto all'Afp a Nicosia. «Questo si aggiunge ai continui bombardamenti su Homs degli ultimi tre giorni», afferma ancora il Cns. Homs, terza città del Paese situata 160 chilometri a nord di Damasco, è l'epicentro della rivolta contro il regime del presidente Bashar al Assad, che ha preso il via a metà marzo. Una delegazione della Lega araba è da giovedì a Damasco per preparare la missione degli osservatori dell'organizzazione. Il Cns chiede che gli osservatori della Lega araba «raggiungano immediatamente Homs, in particolare i quartieri assediati», riporta il comunicato. In esso il Cns chiede anche di recarsi in «tutti i punti caldi in Siria o altrimenti di porre fine alla loro missione». «Riterremo la Lega araba e la comunità internazionale responsabili dei massacri compiuti dal regime», avverte, concludendo, il Cns.