27 maggio 2020
Aggiornato 18:30
Presidenziali USA 2012

Una quarta donna accusa Herman Cain di molestie sessuali

Sharon Bialek ha detto di essere stata «toccata in modo inappropriato» dal candidato repubblicano nel 1997. Ma il politico continua a smentire: «Accuse prive di fondamento». Sondaggio del Washington Post, Romney più eleggibile ma Cain più simpatico

NEW YORK - Sharon Bialek è la quarta donna ad accusare il candidato alla presidenza Herman Cain di molestie sessuali. Bialek ha detto di essere stata «toccata in modo inappropriato» dal candidato repubblicano nel 1997, quando si recò alla National Restaurant Association (di cui Cain era presidente) alla ricerca di un posto di lavoro. Stando alle dichiarazioni della donna, quando provò a respingerlo lui le disse: «Vuoi questo lavoro o no?».
L'avvocato della donna, Gloria Allred, ha in programma una conferenza stampa nel pomeriggio a New York. Si tratta del quarto caso di accuse nei confronti di Cain per il motivo medesimo. In precedenza due donne avevano querelato Cain per molestie avvenute quando era presidente della National Restaurant Association. Una terza aveva presentato accuse simili, ma senza compiere ulteriori passi legali.

Il candidato repubblicano ha negato anche l'accusa della quarta donna con un comunicato. E sabato sera ha dichiarato che non avrebbe risposto ad altre domande sulla questione. «Le accuse sono totalmente prive di fondamento e totalmente false», ha detto intervistato da Fox News. «Non ho mai commesso alcun tipo di molestia sessuale».
Secondo l'inchiesta di Politico le prime due donne, al momento dell'accaduto, fecero un esposto e la vicenda fu messa a tacere grazie al ruolo dell'avvocato dell'associazione. Le due donne furono poi compensate con 45.000 e 35.000 dollari e si impegnarono a non parlare più della vicenda.

Sondaggio, Romney più eleggibile ma Cain più simpatico - L'unico forte vantaggio su cui Mitt Romney può contare nello scontro con gli altri candidati repubblicani in corsa per le primarie è «l'eleggibilità». Ma al favorito tra i candidati repubblicani (ha il 24 per cento delle preferenze) non mancano punti di debolezza come la religione (Romney è mormone, cosa vista con diffidenza da molti elettori) e la sanità (la sua riforma sanitaria da governatore del Massachusetts è molto vicina a quella di Obama, e non piace ai conservatori). E sono più gli elettori che trovano Cain simpatico rispetto a quello che dicono lo stesso di Romney.
L'ultimo sondaggio condotto congiuntamente dal Washington Post e dalla rete Abc ha chiesto agli elettori repubblicani di valutare i candidati secondo una rosa di sei caratteristiche. L'unica che vede Romney vincere con distacco è l'eleggibilità, con un terzo tra gli elettori repubblicani che sostiene che Romney sia il candidato con maggiori possibilità di sconfiggere Obama nel novembre del 2012. Lo segue in seconda posizione Herman Cain, l'ex amministratore delegato della catena di ristoranti Godfather's Pizza, considerato il candidato repubblicano più forte da un quinto degli elettori di destra.
Il sondaggio è stato condotto dal 31 ottobre al 3 novembre proprio mentre veniva alla luce lo scandalo sul comportamento di Cain, che negli anni Novanta, quando era presidente dell'associazione nazionale ristoratori, avrebbe molestato sessualmente almeno due donne. Nonostante ciò il 23 per cento degli intervistati dice che voterebbe per Cain, un punto percentuale in meno rispetto agli elettori che voterebbero per Romney.
Sulla caratteristica dell'empatia, il 21 per cento degli elettori repubblicani sostiene che Cain sia colui che comprende meglio i loro problemi, contro il 17 per cento che trova maggiore empatia con Romney.
Cain batte Romney anche nella categoria dell'onestà. Il 22 per cento considera Cain il più onesto, mentre solo il 17 per cento si è espresso in favore di Romney. Secondo il sondaggio Romney è il migliore in economia (22 per cento), ma lo rincorre da vicino Cain (19 per cento).

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal