15 ottobre 2019
Aggiornato 23:30
Crisi mediorientale

Per la Siria Israele non vuole andare avanti in processo pace

Assad accusa il primo ministro Netanyahu

PARIGI - Bashar al Assad non ha un interlocutore «pronto ad andare avanti» nel processo di pace con Israele. Lo ha dichiarato da Parigi lo stesso presidente siriano, due giorni dopo la proposta di un dialogo diretto con Damasco da parte del primo ministro dello stato ebraico, Benjamin Netanyahu.

SOSTEGNO EUROPEO - «Oggi, la Siria vuole la pace. Esiste un mediatore che è la Turchia e che è pronto a riprendere la sua mediazione. Esiste anche un sostegno francese ed europeo a questo processo. Ciò che ci manca, è un partner israeliano che è pronto ad andare avanti e pronto a raggiungere un risultato», ha spiegato Assad, «Se Netanyahu è serio, può inviare il suo gruppo di esperti, noi invieremo il nostro in Turchia. Allora potranno parlare se sono realmente interessati», ha insistito il presidente siriano al termine di un pranzo all'Eliseo con il presidente francese Nicolas Sarkozy.