30 marzo 2020
Aggiornato 18:00

Maddie: investigatori sulle tracce di un pedofilo britannico

Hewlett si trovava in Portogallo quando scomparve la bambina

LONDRA - Torna prepotentemente alla ribalta della cronaca il caso Maddie, la scomparsa della bimba britannica avvenuta due anni fa a Praia del Luz in Algarve (Portogallo): ieri sera un portavoce dei genitori, i coniugi Kate e Gerry McCann, ha detto che le indagini hanno portato a un pedofilo britannico che si trovava proprio nella località portoghese quando la piccola scomparve. La notizia, riportata da The Daily Mail, è stata ripresa da tutti i media britannici.

Clarence Mitchell ha spiegato che il sospettato, Raymond Hewlett, 64 anni, si trovava a Faro, a un'ora di strada da Praia del Luz, nell'aprile del 2007 e per questo gli investigatori assoldati dalla famiglia McCann stanno cercando di capire se l'uomo, più volte incarcerato per abusi sessuali su minori, ha legami con la vicenda.

Si pensa che Hewlett, attualmente ricercato in Gran Bretagna e Irlanda, si trovi in Germania per cure contro il cancro. In passato ha fatto diversi viaggi in Europa - è stato anche in Italia - vivendo nel suo furgoncino. E' stato poliziotto ed era solito entrare nelle simpatie dei suoi vicini per avere più facile accesso ai loro figli.

Tra pochi giorni, il 3 maggio, ricorre il secondo anniversario della scomparsa di Madeleine McCann. La piccola era sparita mentre si trovava in vacanza nella località turistica sulla costa occidentale portoghese con la famiglia. Dormiva in un camera d'albergo insieme ai fratellini gemelli mentre i genitori, entrambi medici, erano a cena in un ristorante con amici. Quando tornarono a casa la bambina era scomparsa. In occasione dell'anniversario, i McCann prenderanno parte al popolare talk show americano di Oprah Winfrey in cui verranno mostrate immagini riprodotte al computer che mostrano come dovrebbe essere oggi Maddie.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal