30 marzo 2020
Aggiornato 18:30
La polizia britannica ha ripreso in mano il caso

Caso Maddie, un barlume di speranza per la bambina scompara

La Bild intervista i genitori McCann a 4 anni da rapimento dopo il riavvio delle indagini: «E' qualcosa per cui abbiamo lottato per mesi, per noi è un passo importante e anche per Maddie»

LONDRA - Si intravvede un barlume di speranza nel caso di Maddie, la bambina inglese scomparsa quattro anni fa mentre si trovava in vacanza con i genitori in Portogallo. La polizia britannica ha ripreso in mano il caso e 30 poliziotti, anche in Portogallo, hanno riavviato le indagini.

«E' qualcosa per cui abbiamo lottato per mesi, per noi è un passo importante e anche per Maddie», ha detto Kate McCann, la madre di Madeleine, che assieme al marito Gerry ha avuto un lungo colloquio con l'inviato del tabloid tedesco Bild. «Ci siamo costretti, per Sean e Amelie (i fratellini minori), ad andare avanti, a fare cose normali. Ma un autentico sentimento di gioia e di fortuna non siamo più in grado di provarlo - ha spiegato il padre - i sensi di colpa non ce lo permettono».

I McCann, riepiloga la Bild, erano una normalissima famiglia fino al 3 maggio 2007. La vacanza nella località turistica di Praia de Luz in Portogallo era quasi alla fine. I bambini dormivano già e i genitori hanno incontrato i loro amici per cena nel Tapas bar a 50 metri dal loro appartamento. Quando la madre è andata a controllare i bambini, la finestra era aperta e Madeleine scomparsa.

Venne lanciata una campagna di ricerca tra le più intense che si ricordino, i genitori hanno seguito tracce che provenivano dall'America, dall'India, dall'Africa. «All'inizio - racconta la madre - ho cominciato a scrivere un diario per i miei bambini. Anche per potere raccontare a Madeleine tutto quanto accadeva nella famiglia nel periodo in cui non c'era».

«La nostra speranza, adesso, è che Madeleine sia presso qualcuno che le vuole bene», spiegano i McCann, senza per questo rinunciare neppure un istante alle ricerche della figlia, neppure nelle piccole cose, come l'adesivo sul finestrino dell'auto: Don't give up Madeleine (Non abbandonate Madeleine).

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal