30 settembre 2020
Aggiornato 21:00
Sponsorizzato durante il Tour de France

Il «Bicicleta», il vino cileno che fa infuriare i francesi

Un vino cileno fa infuriare la Francia soprattutto perché dal 2014 ha stretto una partnership con il celebre Tour de France. Il nome parla da solo, è il «Bicicleta» e si produce nella valle di Maule, nel Cile centrale, nell'azienda Cono Sur.

https://adv.diariodelweb.it/video/askanews/2016/03/20160324_video_19551655.mp4

PARIGI - Un vino cileno fa infuriare la Francia soprattutto perché dal 2014 ha stretto una partnership con il celebre Tour de France. Il nome parla da solo, è il «Bicicleta» e si produce nella valle di Maule, nel Cile centrale, nell'azienda Cono Sur.
«Il vino ha questo nome perché le nostre vigne sono a Chimbarongo, una piccola cittadina in cui tutti si spostano in bicicletta - spiega Claudia Pfau, portavoce della nota azienda di vini cilena - è un tributo ai lavoratori che ogni giorno vanno e vengono in bici attraversando i nostri vigneti».

Tutto iniziò nel 2014
Negli ultimi anni il Cile e altri paesi stanno incrementando le loro produzioni, facendo concorrenza all'Europa su alcuni mercati, ma in questo caso la Francia giudica «intollerabile» che siano i cileni a pubblicizzare i loro vini in una competizione ciclistica di casa loro. Tutto iniziò nel 2014 quando il «Bicicleta» si vendeva bene in Inghilterra. Quell'anno il tour partì da lì e per loro fu una svolta. Il nome poi si combinava perfettamente con la gara.
I francesi all'inizio non ci fecero caso perché le bevande alcoliche non vengono prese in considerazione da promuovere negli eventi sportivi ma adesso promettono battaglia e gli organizzatori del Tour de France incontreranno presto alcuni produttori francesi per discutere la questione.