Crisi Alitalia

Alitalia alla resa dei conti: cosa prevede il piano di Lufthansa e cosa vuole davvero la compagnia tedesca

Lufthansa ha presentato oggi la sua proposta per l'acquisizione di Alitalia: ecco cosa prevede l'offerta della compagnia aerea tedesca

Lufthansa ha presentato la sua proposta di acquisto per Alitalia
Lufthansa ha presentato la sua proposta di acquisto per Alitalia (ANSA)

FIUMICINO – Lufthansa ha presentato oggi la sua proposta per Alitalia. L'offerta, secondo quanto riporta Il Messaggero, sarebbe pari a 250 milioni di euro per rilevare 100 aerei, circa 6mila dipendenti (la metà di quelli attuali), le rotte nazionali e quelle Ue. Fuori dal perimetro aziendale resterebbero però l'handling, le rotte non economiche e i velivoli che consumano troppo. Il piano messo a punto dall'ad di Lufthansa Carsten Spohr e dal gruppo di lavoro creato ad hoc per l'occasione è ora nelle mani dei commissari guidati da Luigi Gubitosi, ma il nodo della questione resta quello più dolente e spinoso: il fronte occupazionale. In pratica, meno tagli ci saranno al personale e più il piano potrà decollare con la benedizione del governo Gentiloni (o di quello che verrà visto che la Legislatura attuale si sta avvicinando alla sua conclusione).

La proposta di Lufthansa pervenuta a Palazzo Chigi
Secondo i progetti di Lufthansa , Alitalia potrebbe riprendere quota con non più di 6mila dipendenti. E, al netto dei servizi di terra, il sacrificio sul fronte occupazionale non dovrebbe superare le 2.000 unità. Sul piatto Spohr, secondo quanto risulta al 'Messaggero', è disposto a mettere circa 250 milioni, ma non è escluso che si possa anche raddoppiare in funzione degli accordi che potranno essere raggiunti con il governo e i fornitori. E che il lavoro, giudicato prezioso dei commissari, continui a ridurre i costi e ad aumentare la redditività. Il commissario Luigi Gubitosi, infatti, è riuscito nella difficile e nient'affatto scontata impresa di chiudere il semestre in pareggio.

La strategia tedesca e le altre offerte
Com'è noto Lufthansa persegue l'obiettivo di continuare ad annettere e ex compagnie di bandiera dei paesi limitrofi, come è già accaduto con Austrian Airlines, Brussels Airlines, Swiss Air Lines e Air Berlin. Alitalia rientra perfettamente in questa strategia e sarebbe un altro bel bocconcino per la compagnia tedesca, che sta cercando di ingrandirsi per stritolare la storica rivale Air France-Klm. D'altra parte, non è che siano pervenute offerte di acquisto migliori per Alitalia. Sul tavolo delle trattative ci sono ancora i 500 milioni offerti dal Fondo Usa Cerberus, che però non garantiscono un futuro solido alla compagnia. Gli americani, infatti, vorrebbero acquisire Alitalia per poi rivenderla a pezzi, senza dare nessuna garanzia occupazionale futura ai suoi dipendenti. Resta in corsa Easyjet, ma la sua proposta,ad oggi, appare troppo debole.