21 novembre 2019
Aggiornato 14:00
Economia USA

Samsung fa contento Trump: altri 380 milioni di investimenti negli USA

L'investimento porta il totale del denaro investito dall'azienda sudcoreana in Usa a 10 miliardi di dollari. Verranno così creati 954 posti di lavoro entro il 2020. In South Carolina, Samsung ha già un call center che conta 800 dipendenti.

Samsung: «Aspiriamo ad essere leader globali negli elettrodomestici»
Samsung: «Aspiriamo ad essere leader globali negli elettrodomestici» ANSA

NEW YORK - Alla vigilia del primo di due giorni di incontri alla Casa Bianca tra il presidente americano e quello sudcoreano, Samsung Electronics ha annunciato di avere raggiunto un accordo con lo Stato americano della South Carolina dove aprirà una fabbrica di elettrodomestici. L'investimento è di 380 milioni di dollari e porta il totale del denaro investito dall'azienda sudcoreana in Usa a 10 miliardi di dollari. Verranno così creati 954 posti di lavoro entro il 2020. In South Carolina, Samsung ha già un call center che conta 800 dipendenti.
Samsung ha spiegato in un comunicato di avere iniziato a valutare un'espansione della produzione in Usa quasi tre anni fa e aveva avviato discussioni con il South Carolina nell'autunno del 2016; ciò indica che i piani del gruppo sono precedenti alla vittoria di Donald Trump alle elezioni presidenziali americane dello scorso 8 novembre; da allora il 45esimo presidente ha lanciato la linea «America First» e ha criticato le aziende Usa che investono fuori dalla nazione. La notizia è comunque positiva in vista dell'incontro tra Trump e il leader sudcoreano Moon Jae-in.

SAMSUNG VUOLE ESSERE LEADER - «Aspiriamo ad essere leader globali negli elettrodomestici», ha spiegato in una nota B.K. Yoon, Ceo di Samsung Electronics. «Questo nuovo investimento permetterà a Samsung di aumentare la velocità con cui offre elettrodomestici di alta gamma che riflettono le preferenze regionali dei nostri mercati più importanti e a più rapida crescita», ha aggiunto.
Wilbur Ross, segretario americano al Commercio, si è vantato dicendo che la scelta del gruppo asiatico «è il riflesso del fatto che l'America sta diventando una destinazione ancora più forte per le aziende globali che vogliono crescere».
Usando parole che richiamano quelle spesso usate da Trump, il presidente di Samsung Electronics America, Tim Baxter, ha detto che «per quasi 40 anni il gruppo ha costantemente ampliato le proprie attività nella prima economia al mondo. Con questo investimento, Samsung conferma il suo impegno ad allargare le sue attività in Usa».