Banche di Credito cooperativo

Bcc Roma, utile netto stabile a 18 milioni nel 2016 e impieghi in crescita

La Bcc Roma è la prima banca di Credito Cooperativo in Italia e ha chiuso il 2016 con un utile di 18 milioni di euro e il patrimonio aziendale in crescita

ROMA - Bcc Roma è in crescita. La prima banca di Credito Cooperativo in Italia ha chiuso la situazione economico-patrimoniale al 31 dicembre 2016 con impieghi alla clientela per oltre 7 miliardi di euro, in crescita del 3,3% rispetto al 2015, contro una media del sistema bancario nazionale dello 0,4%. È cresciuta anche la raccolta diretta, che ha raggiunto i 9,6 miliardi di euro, facendo registrare un aumento del 3,9% rispetto all'anno precedente, «a differenza del sistema bancario nazionale che invece ha visto una flessione dello 0,5%», si sottolinea in una nota.

L'utile del 2016 è di 18 mln di euro
L'utile netto, al 31 dicembre 2016, è stato di 18,1 milioni di euro, al netto del contributo al Fondo di Risoluzione. In assenza di tale contributo, l'utile sarebbe stato di 25 milioni di euro, in crescita del 36% circa sul 2015. Bcc Roma ha chiuso il 2016 con un margine di interesse pari a 179,1 milioni di euro, in crescita del 6,4% sul 2015 e con un margine di intermediazione a 276,9 milioni (+7,0% sul 2015), un cost income del 62,9% e un ROE del 2,4%

Cresce il patrimonio aziendale
Nel periodo considerato, i Fondi Propri della Banca sono passati a 715,3 milioni di euro e il patrimonio aziendale a 742 milioni di euro, con indici di adeguatezza patrimoniale CET1 e Total Capital Ratio entrambi al 14,7%, in crescita rispetto al valore dello scorso anno pari al 14,4%. L'incidenza delle sofferenze lorde sugli impieghi è risultata pari al 5% contro una media del sistema bancario del 10,9%, mentre quella dei crediti deteriorati lordi sugli impieghi è stata del 13,4% contro una media del sistema bancario del 18,1%.

La 1a banca di credito cooperativo d'Italia
La Banca ha chiuso il 2016 con un totale attivo di 11,1 miliardi, «confermandosi al primo posto tra le Banche di Credito Cooperativo in Italia». Ad oggi, Bcc Roma dispone di 181 agenzie presenti sul territorio e di 26 sportelli di tesoreria a domicilio; conta 1.494 dipendenti, oltre 32.600 soci e più di 373.000 clienti, prevalentemente rappresentati da famiglie e piccole Imprese, oltre ad Enti e PA. «In un momento così importante per il Credito Cooperativo italiano e per il settore bancario in generale, anche alla luce degli sforzi che ci sono stati richiesti, BCC Roma conferma la sua solidità e la sua forza, a vantaggio dei suoi clienti", ha commentato Francesco Liberati, presidente della Banca.

2 mln di euro per le iniziative sociali
«Anche quest'anno abbiamo inoltre stanziato una cifra importante, pari a 2 milioni di euro, destinata a finanziare iniziative di beneficienza e di carattere sociale, a dimostrazione della nostra natura di Banca del territorio, attenta alle esigenze delle comunità dove operiamo», la Banca di Credito Cooperativo di Roma è la prima banca di Credito Cooperativo in Italia. Fondata nel 1954 con il nome di Cassa Rurale ed Artigiana dell'Agro Romano, opera nel Lazio, nell'Abruzzo interno e in provincia di Padova.