16 giugno 2021
Aggiornato 10:00
Renzi: 'è solo antipasto di ciò che può arrivare in prossimi mesi'

Istat, migliora il clima di fiducia e torna ai livelli pre-crisi

La crisi economica sembra davvero alle spalle e i consumatori italiani, insieme alle imprese, si dicono fiduciosi per il futuro

ROMA - La crisi economica sembra davvero alle spalle e i consumatori italiani, insieme alle imprese, si dicono fiduciosi per il futuro. A fotografare la situazione del Belpaese è l'Istat che, nei dati di ottobre, certifica che l'indice del clima di fiducia dei consumatori aumenta a 116,9 da 113 del mese precedente, il valore più alto dal febbraio del 2002, ossia da ben tredici anni, mentre quello delle imprese italiane sale passando a 107,5 da 106,1 di settembre, il valore più alto dall'ottobre del 2007. Migliorano le stime sia dei giudizi sia delle attese sull'attuale situazione economica del Paese (a -32 da -46 e a 27 da 15, i rispettivi saldi), mentre riguardo le imprese, cresce il clima di fiducia dei servizi di mercato (a 113,1 da 112,2), quello della manifattura (a 105,9 da 104,4) e quello del commercio al dettaglio (a 116,6 da 109,2).

Renzi soddisfatto
Soddisfazione viene espressa dal Presidente del Consiglio, Matteo Renzi che, intervenendo al business forum organizzato a L'Avana per la visita ufficiale a Cuba, sottolinea: «stiamo registrando in Italia per la prima volta un cambiamento di clima profondo» e i dati sulla fiducia di consumatori e imprese «sono solo l'antipasto di quello che può arrivare nei prossimi mesi». Secondo il premier «la fiducia di consumatori e imprese è ai massimi da 10 anni, siamo tornati ai livelli pre-crisi, il governo ci crede».

(Con fonte Askanews)