24 febbraio 2020
Aggiornato 19:30
Il 12 marzo all'I3P l'appuntamento con l'evento «Edilizia Green&Tech»

Bioedilizia, le invenzioni più «green e tech» in mostra al Poli di Torino

Le soluzioni smart proposte da BeEco, Greenovation, Growing Green, Textudo e Nesocell nel campo dell'edilizia sostenibile. Qualche esempio? Pareti ecosostenibili rivestite da specie vegetali e isolamento termico e acustico in fiocchi di cellulosa

TORINO - Facciate ventilate ecocompatibili, pareti ecofriendly rivestite da specie vegetali, isolamento termico e acustico in fiocchi di cellulosa. Sono solo alcune delle soluzioni innovative che diverse start up cresciute presso l'I3P di Torino, l'Incubatore di Imprese Innovative del Politecnico di Torino, hanno sviluppato per rendere più smart ed efficienti edifici e strutture. Progetti che si potranno conoscere più da vicino il 12 marzo in occasione dell'evento "Edilizia Green&Tech: efficienza energetica, valorizzazione estetica e sicurezza" presso I3P (l'appuntamento è alle 17), con lo scopo di presentare le soluzioni innovative proposte da BeEco, Greenovation, Growing Green, Textudo e Nesocell e capire quali sono le nuove tendenze nel campo dell'edilizia sostenibile.

LE FACCIATE VENTILATE ECOFRIENDLY DI BEECO - In mostra troviamo il lavoro di BeEco, società specializzata nello sviluppo di soluzioni a basso impatto ambientale per l’edilizia che opera principalmente nel settore del retrofit del patrimonio esistente. I ricercatori di BeEco hanno realizzato facciate ventilate ecocompatibili, manufatti edili in legno ad alta efficienza, moduli abitativi autonomi, rivestimenti termoacustici per interni, componenti edilizi integrati, sistemi edilizi per la riqualificazione energetica.

IL SISTEMA PER CALCOLARE QUANTO COSTA LA RISTRUTTURAZIONE (E QUANTO SI RISPARMIA IN TERMINI DI ENERGIA) - Greenovation invece è un servizio che consente a chi vuole ristrutturare casa di ottenere gratuitamente un progetto di riqualificazione energetica grazie ad un motore di calcolo automatizzato studiato da un team di ingegneri del Politecnico di Torino. Partendo dai dati inseriti dall'utente, attraverso un'interpolazione statistica di casi studio, il servizio è in grado di prevedere i costi di ristrutturazione, il risparmio in termini di CO2 e l'indice di prestazione energetica dell'abitazione riqualificata.

LE PARETI ECOCOMPATIBILI DI GROWING GREEN - Le pareti ecocompatibili sono invece il campo d'azione di Growing Green, start up che sviluppa, produce e commercializza le GRE_EN_Solutions - pareti rivestite da specie vegetali - cui viene associato un servizio di progettazione/consulenza iniziale e di manutenzione post-vendita. Le GRE_EN_Solutions sono «verdi fuori e verdi dentro». Ogni materiale è stato selezionato per assicurare la massima ecocompatibilità delle soluzioni e l’ottenimento di certificazioni ambientali che aumentano il valore dell’immobile.

SHIELD, L'ISOLANTE ECOLOGICO DI TEXTUDO - Il team di Textudo ha ideato Shield: un sistema di rivestimento isolante finito di facciata per edifici esistenti o di nuova costruzione, totalmente minerale ed ecologico, di semplice installazione, dalle elevate prestazioni termiche e meccaniche, alta flessibilità progettuale, eccezionali doti di personalizzazione con uso di prodotti nobili di finitura a vista dallo spessore estremamente contenuto. Tutti i componenti sono ecologici, atossici, incombustibili e a fumosità nulla.

SCARTI DI CARTIERA PER ISOLARE GLI EDIFICI - Nesocell si è inventata sistemi di isolamento termoacustico degli edifici partendo dagli scarti di cartiera. Riciclando materiale che altrimenti sarebbe destinato alla spazzatura, Nesocell trasforma la cellulosa in fiocchi per poi inserirla all'interno dei muri, realizzando uno strato d'isolamento ecologico ed efficace. L'utilizzo di questi isolanti permette di raggiungere elevati livelli di risparmio energetico sia per quanto riguarda le spese di riscaldamento sia per quanto riguarda i costi di climatizzazione nel periodo estivo.

COS'E' L'I3P - I3P ad oggi è il principale incubatore universitario italiano e uno dei maggiori a livello europeo. Nel 2014 si è classificato al 5° posto in Europa e al 15° al mondo nel ranking UBI Index (University Business Incubator), la classifica annuale degli incubatori universitari che ha preso in esame 300 incubatori di 67 Paesi, valutandone le categorie di assessment, indici di benchmark e performance.
Fondato nel 1999, è una società costituita da Politecnico di Torino, Città Metropolitana di Torino, Città di Torino, Camera di Commercio di Torino, Finpiemonte e Fondazione Torino Wireless. Ad oggi ha avviato 173 start up che hanno saputo mettere a frutto i risultati della ricerca in diversi settori.