23 agosto 2019
Aggiornato 00:00
Il più grande investimento di sempre nelle rinnovabili

Google sedotta da SolarCity

Il colosso di Mountain View stanzia 300 milioni di euro per il solare negli Usa. Un impegno notevole dal punto di vista economico, che la dice lunga sulla svolta green del gigante del web. I fondi serviranno per coprire i costi dell'installazione di pannelli solari in circa 25mila progetti residenziali sparsi per gli Stati Uniti.

LOS ANGELES - 300 milioni di dollari, il più grande investimento di sempre di Google nelle rinnovabili. Il colosso di Mountain View ha appena annunciato che stanzierà questa straordinaria cifra nel progetto «SolarCity» che mira a diffondere l'uso di energia solare nelle case americane. L'impegno, peraltro, va ad aggiungersi al precedente investimento del 2011 nello stesso progetto pari a 280 milioni di dollari. Sino ad oggi SolarCity, azienda di installazione, manutenzione e assistenza di impianti a energia solare, è stata in grado di offrire a 8mila clienti in più l'opportunità di passare al fotovoltaico mediante l'affitto di pannelli o contratti per l'acquisto di energia. Un numero che, evidentemente, è destinato a crescere. I nuovi fondi raccolti serviranno per coprire i costi dell'installazione di sistemi solari in circa 25mila progetti residenziali sparsi per gli Stati Uniti. Per gli utenti l'installazione è gratis, a SolarCity pagheranno una sorta di canone mensile o per l'elettricità che i pannelli producono. Una mossa strategica importante, a pochi giorni dalla svolta green di un altro gigante come Apple, che ha annunciato che spenderà 848 milioni di dollari su un impianto solare per fornire energia ai suoi uffici e negozi californiani, e che ha deciso di destinare all'Europa 1,7 miliardi di euro per due data center alimentati da energia 100% rinnovabile.

COME FUNZIONA SOLARCITY - SolarCity collabora con un cliente per progettare un impianto fotovoltaico per la sua casa. Gli investitori come Google acquistano in anticipo l'impianto e in cambio ricevono una percentuale sull'affitto dal proprietario e da Solar City. Questo innovativo canale di finanziamento elimina uno dei principali ostacoli per l'adozione di impianti fotovoltaici da parte dei proprietari (il denaro da anticipare per l'acquisto), rendendo l'energia solare accessibile a utenti che altrimenti non la prenderebbero in considerazione. SolarCity ha completato o sta realizzando oltre 15mila impianti fotovoltaici per edifici residenziali, più di ogni altra azienda negli Stati Uniti.

UN MERCATO IN ESPANSIONE - Fondata nel 2006 dai fratelli Pietro e Lyndon Rive, SolarCity è dal 2007 il principale fornitore di energia solare residenziale in California. Un mercato che è cresciuto enormemente in questi ultimi anni, in tutti gli Stati Uniti: si parla di un salto da 440 megawatt di pannelli solari installati nel 2009 a 4.300 nel 2013. «Le aziende stanno cominciando a rendersi conto dell'importanza dell'utilizzo di energia pulita – ha commentato Lyndon Rive –. Tradizionalmente le compagnie che finora hanno finanziato lo sviluppo del solare sono state grosse istituzioni finanziarie e abbiamo visto quanto interesse c'è anche da parte delle compagnie tech nel voler rendere pulite le infrastrutture».