23 gennaio 2021
Aggiornato 15:00
Vinitalt 2014

Brunello e Verrucchio: la strana coppia vino-formaggio

Alla ricerca del formaggio migliore da accostare al Brunello riserva 2008: a Vinitaly viene proposto un accopiamento tutto nuovo, con il Verrucchio Vecchio del Caseificio Marovelli artigiani in Garfagnana, un cacio pecorino dal profumo fine e dalla perfetta stagionatura.

VERONA - A Vinitaly (padiglione 6 stand D4) la prima uscita pubblica della «strana coppia»: un cacio pecorino stagionato e un Brunello riserva 2008 che hanno come comun denominatore l’eleganza. Entrambi sono ottenuti da materie prime straordinarie, lavorare con cura artigianale e soprattutto maturate in modo magistrale. Due eccellenze che sembrano nate per fondersi nella bocca dei più raffinati gourmet. L’idea di cercare il formaggio perfetto per il Brunello Riserva 2008 è di Violante Gardini che gradualmente sta affiancando la madre Donatella Cinelli Colombini alla guida delle cantine di famiglia, le prime in Italia con un organico di sole donne.

Il Brunello 2008 del Casato Prime Donne viene da una sola piccola vigna esposta a mezzogiorno su un terreno magro e ricco di argille con viti che producono molto poco. L’uva è stata vendemmiata a mano dal 3 al 5 ottobre, alla fine della raccolta 2008. Il vino ha poi maturato per tre anni: prima in botticelle da 5-7 hl e poi nelle tradizionali botti grandi. Un lavoro paziente che ha dato un risultato di rara eleganza, un Brunello armonioso e che lascia in bocca una lunga gradevolissima scia.

Per lui ci voleva qualcosa di uguale intensità e equilibrio. Dopo prove, assaggi, visite e degustazioni finalmente abbiamo trovato il compagno ideale per il nostro Brunello riserva. E’ il Verrucchio Vecchio del Caseificio Marovelli artigiani di San Romano in Garfagnana – Lucca. Un formaggio pecorino o meglio un «cacio» come diciamo in Toscana usando un termine di origine latina che evidenza la sua antichissima tradizione. Il Verrucchio vecchio ha un profumo fine che rivela l’alta qualità del latte e soprattutto la perfetta stagionatura durata 180 giorni. Il sapore molto intenso ma estremamente bilanciato, tende ad espandersi gradualmente in bocca lasciando una lunga sapidità.

Ancora dal Caseificio Marovelli il «Semplicemente caprino» uno stagionato a pasta dura dall’aroma pungente che è stato scelto per accompagnare Cenerentola Orcia Doc. Due abbinamenti che hanno appassionato Violante Gardini e che tutti voi potrete apprezzare, nei prossimi mesi e nelle grandi occasioni, al Casato Prime Donne di Montalcino e alla Fattoria del Colle nel Sud del Chianti .