27 maggio 2020
Aggiornato 18:00
I dati dell'ISTAT

847mila le donne che subiscono ricatti sessuali sul posto di lavoro

Di queste a 488mila è stata richiesta la disponibilità a rapporti sessuali; a 247mila è stato chiesto in modo esplicito al momento dell'assunzione, mentre a 234mila donne lo è stato chiesto per mantenere il posto di lavoro o fare carriera

ROMA - Per le donne il luogo di lavoro ha rappresentato o rappresenta un rischio rispetto alla possibilità di subire reati sessuali. Sono infatti 847mila le donne che hanno subito ricatti sessuali sul posto di lavoro. Lo ha sottolineato Linda Laura Sabbadini, direttore del Dipartimento per le statistiche sociali e ambientali dell'Istat.
Di queste a 488mila è stata richiesta la disponibilità a rapporti sessuali; a 247mila è stato chiesto in modo esplicito al momento dell'assunzione, mentre a 234mila donne lo è stato chiesto per mantenere il posto di lavoro o fare carriera.
A rischio molestie sul luogo di lavoro risultano un milione 224mila donne in età compresa tra i 14 e i 65 anni.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal