20 settembre 2019
Aggiornato 14:30
Trasporto aereo

Lufthansa, assistenti di volo pronti allo sciopero nazionale

Se la compagnia di bandiera tedesca si rifiuterà di riprendere le trattative salariali: è quanto ha riferito il presidente del sindacato tedesco Ufo Nikolay Baublies. Oggi centinaia di voli cancellati a Francoforte, Monaco e Berlino

BERLINO - Il personale di bordo della Lufthansa è pronto a uno sciopero nazionale di 24 ore venerdì prossimo, se la compagnia di bandiera tedesca si rifiuterà di riprendere le trattative salariali: è quanto ha riferito il presidente del sindacato tedesco Ufo Nikolay Baublies.

OGGI CENTINAIA DI VOLI CANCELLATI - Dopo la protesta oggi negli aeroporti di Francoforte, Berlino e Monaco di Baviera, con centinaia di voli cancellati, hostess e steward tedeschi sono pronti a incrociare nuovamente le braccia dalle 0 alle 24 di venerdì 7 settembre. A essere colpiti sarebbero gli scali di Francoforte, Berlino, Amburgo, Duesseldorf, Stoccarda e Monaco, ha sottolineato Baublies. Il motivo che ha spinto all'escalation è la posizione rigida dell'azienda nello scontro salariale. «La compagnia di volo non ha presentato una nuova proposta», ha spiegato il leader dell'Ufo.
Sono più di 43mila i passeggeri che hanno subito disagi con le due ondate di scioperi avvenute tra venerdì e oggi. Gli scioperi sono stati decisi dopo il fallimento di una trattativa salariale tra azienda e sindacati. I sindacati chiedono un aumento delle retribuzioni del 5% mentre la Lufthansa ha proposto un aumento solo sino al 3,5%.