28 gennaio 2020
Aggiornato 01:30
La crisi del debito

Il Tesoro taglia le stime del Pil 2011 a 0,7%, per ora no ad altra manovra

La minore crescita sarà compensata dall'aumento IVA

ROMA - Il Tesoro taglierà le stime di crescita per l'economia italiana: il Pil quest'anno crescerà soltanto dello 0,7% rispetto all'1,1% delle precedenti previsioni. Lo riferiscono fonti governative, assicurando che nonostante la minor crescita prevista nel 2011 (e gli anni successivi) non ci dovrebbe essere necessità di manovre correttive in quanto il Pil più basso dovrebbe essere compensato dall'aumento dell'Iva che al momento non era stato contabilizzato.

Il nuovo quadro aggiornato delle previsioni contenuto nella Nota di aggiornamento al Def sarà presentato domani al Consiglio dei ministri e successivamente trasmesso al Parlamento. Anche le stime sul deficit saranno riviste tenendo conto dell'anticipo del pareggio di bilancio al 2013 dal 2014.