27 maggio 2024
Aggiornato 05:00
Raffronti 2008-2011

Benzina. Quando l'aumento è incomprensibile

Sono i misteri dolorosi per gli automobilisti e di tutto il sistema dei trasporti

ROMA - Incomprensibile. Non possiamo che definire così l'aumento del costo della benzina che è arrivata a 1,64 euro al litro, mentre diminuisce il costo del barile di petrolio. Vediamo.
* Nel luglio 2008 il prezzo del petrolio era di 93 euro al barile e il prezzo della benzina era di 1,56 euro al litro.
* Nel luglio 2011, oggi, il prezzo del petrolio è di 65 euro al barile e quello della benzina è arrivato a 1,64 euro al litro.

Insomma, mentre il prezzo del petrolio diminuisce, addirittura del 30%, quello della benzina aumenta in modo sproporzionato, anche considerando l'aumento di 4,19 centesimi di accisa più Iva. Sono i misteri dolorosi per gli automobilisti e di tutto il sistema dei trasporti che viaggia, in prevalenza su gomma. La domanda la giriamo al ministro per lo Sviluppo Economico, Paolo Romani.

Primo Mastrantoni, segretario Aduc