22 settembre 2019
Aggiornato 02:30
ANFIA

Veicoli commerciali sui livelli dello scorso anno a settembre: -0,1%

Quota in aumento di 2,7 punti per le marche nazionali nei primi nove mesi dell’anno (52,5%)

TORINO - A settembre il mercato dei veicoli commerciali leggeri totalizza 15.589 consegne, rimanendo pressoché sugli stessi livelli di settembre 2009 (-0,1%).
Nei primi nove mesi dell’anno i volumi consegnati ammontano a 138.191 unità, il 10,2% in più rispetto allo stesso periodo del 2009.

‘‘Il risultato di settembre appare incoraggiante -- ha commentato Eugenio Razelli, Presidente di ANFIA -- ma non dimentichiamo che i volumi di settembre 2009 risultavano in calo del 13,5% su settembre 2008. Speriamo che questi primi cenni di ripresa, al momento ancora instabili, possano rafforzarsi progressivamente, di pari passo con un miglioramento del clima economico, dunque del clima di fiducia delle imprese, a cui è strettamente legato il rilancio degli investimenti.
Stando alla consueta inchiesta mensile ISAE presso le imprese manifatturiere ed estrattive, a settembre l’indice di fiducia, dopo 18 mesi consecutivi di rialzi, registra una flessione, attestandosi a 98,4 dal 99,3 di agosto, ma mantenendosi comunque al di sopra dei valori dello scorso luglio.
Questo peggioramento è dovuto in particolare al cattivo andamento dell’indice nel comparto dei beni di investimento, con un calo da 96 a 93,9’’.

Le marche nazionali, con 7.959 unità consegnate, registrano nel mese una contrazione dell’1,9% rispetto a settembre 2009. Nel progressivo da inizio anno, i volumi complessivi risultano invece in crescita del 16,3% per un totale di 72.574 consegne, un risultato che porta la quota di penetrazione al 52,5% dal 49,8% di un anno fa (2,7 punti in più).

FIAT PROFESSIONAL totalizza 6.518 consegne nel mese (-2,6%), confermando la propria leadership sul mercato con il 41,8% di quota.
A livello di modelli, risultato positivo per Ducato, il veicolo commerciale più venduto in Italia, con 2.184 consegne (+260 unità rispetto al 2009). Sempre su ottimi livelli anche Doblò Cargo, fresco della recente nomina a Van of the Year 2011, che con 1.592 consegne ottiene il secondo miglior risultato dell’anno (+192 unità rispetto al 2009).
Nei primi nove mesi del 2010 le consegne sono cresciute del 19,2% sullo stesso periodo dell’anno precedente, quasi diecimila unità in più (61.651 a fine settembre 2010 vs 51.740 a fine settembre 2009), determinando una quota di mercato progressiva che passa dal 41,3% dello scorso anno al 44,6% attuale (+3,3 punti).

Con 1.441 unità consegnate a settembre, IVECO ottiene un buon risultato, che si traduce in una crescita dell’1,4% su settembre 2009. Nel progressivo da inizio anno i volumi complessivi sfiorano le 11.000 unità, con una variazione positiva del 2,5% rispetto ai primi nove mesi del 2009.
La quota di Iveco nel proprio segmento di riferimento (quello degli autocarri e dei furgoni medi e grandi), si attesta così al 22,6%, mentre nel solo mese di settembre sale al 23,3%, confermando la capacità di presidiare il mercato anche in un momento in cui la persistente debolezza del ciclo economico e il rallentamento dei consumi hanno indotto molti operatori -- anche considerando l'impegno finanziario richiesto per completare i veicoli con specifici allestimenti -- a rinviare le proprie intenzioni di acquisto.

Analizzando le consegne per segmenti nei primi nove mesi dell’anno, i VAN riportano un’ulteriore flessione del 4,4% per un totale di 16.068 consegne. La quota del segmento sul mercato, inoltre, scende dal 13,4% all’11,6%.
Nel segmento dei PICK-UP la contrazione registrata è del 2,8% con 8.180 unità consegnate e la quota di penetrazione sul mercato passa dal 6,7% di un anno fa all’attuale 5,9%.
Prosegue, invece, la performance positiva dei MINI CARGO, che con 22.156 consegne crescono del 99,9% e vedono un innalzamento della quota di penetrazione sul mercato di ben 27,7 punti: da 34,8% a 62,5%. Per le marche nazionali si registra un incremento delle consegne del 177,3% e una quota di penetrazione in questo segmento del 75,6% contro il 54,5% dei primi nove mesi del 2009.
In calo il segmento delle FURGONETTE: -3,4% con 27.035 unità consegnate. Continua a scendere la quota detenuta da questo segmento sul mercato, che passa dal 22,3% al 19,6%
I FURGONI PICCOLI si mantengono pressoché sugli stessi livelli di un anno fa (+0,3%), mentre continua il calo della quota sul mercato: 11,9% contro 13%
AUTOCARRI E FURGONI MEDI sono in lieve flessione (-0,4%) sui primi nove mesi del 2009, mentre la quota detenuta dal segmento scende al 9,3% contro il 10,3% di un anno fa. Il lieve calo di mercato non pregiudica la quota detenuta in questo segmento da Fiat Professional, pari al 46,1%.
Ancora in crescita, infine, gli AUTOCARRI E FURGONI GRANDI, che totalizzano 35.471 unità consegnate, pari all’11,5% in più rispetto al periodo gennaio-settembre 2009. Cresce di 0,3 punti la quota detenuta dal segmento sul mercato che passa dal 25,4% al 25,7%. Crescita del 15,4% per le marche nazionali, che migliorano la quota di 2,1 punti: 60% vs 57,9% dello scorso anno.