19 novembre 2019
Aggiornato 20:30
Cotec Italia con Napolitano

Abete: Più innovazione, sostenere le Pmi

Il Presidente di BNL: «Collegare la ricerca al mondo delle imprese»

OPORTO - Più innovazione e più ricerca per sviluppare la competitività e trasformare la crisi in una occasione di crescita. Soprattutto per le imprese medie e piccole che spesso non possono 'permettersi' l'innovazione. Il VI Simposio Cotec Italia, Spagna e Portogallo si apre a Oporto, davanti al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e agli altri due Capi di Stato Anibal Antonio Cavaco Silva e re Juan Carlos, con al centro la sfida di collegare meglio e più proficuamente il mondo della ricerca e dell'innovazione con quello dell'impresa.

Per Cotec Italia prende la parola Luigi Abete, presidente Bnl e uno dei fondatori di questa realtà in Italia, e sottolinea che «le piccole e medie imprese non sono un unico segmento», ci sono realtà e disponibilità molto diverse. «Le imprese medie l'innovazione se la fanno per conto loro - continua Abete - sono le imprese medio-piccole che vanno supportate perché possano diventare attori autonomi nella promozione dell'innovazione». Da questo punto di vista, quindi, diventano «essenziali» anche le politiche fiscali per patrimonializzare le pmi in modo da renderle capaci di giocare la carta dell'innovazione per essere più competitive.