28 maggio 2020
Aggiornato 21:00
Pensioni

Risparmi per 1,4mld dall'aumento età pensionabile donne P.A.

Interessate 20-25mila lavoratici. Fra 300-400 le pensioni liquidate in meno nel 2012

ROMA - L'aumento a 65 anni dal 2012 dell'età di pensionamento delle donne nel pubblico impiego così come chiesto dall'Europa interesserà all'anno in questione 20-25mila lavoratrici, con risparmi attesi nel periodo 2012-2020 di 1,4 miliardi di euro comprensivi anche delle norme sulla finestra mobile. E' quanto si legge nella relazione tecnica dell'emendamento alla manovra del relatore, Antonio Azzollini (Pdl). Il minor numero di pensioni liquidate nei vari anni, ovviamente contenuto nel 2012, sarà pari a circa 300-400 unità che corrispondono a 5.000-5.500 l'anno nel biennio 2013-2014, 4.000 l'anno nel biennio 2015-2016 e poi gradualmente decrescente negli anni successivi.

Nel dettaglio, gli effetti finanziari saranno pari a 10 milioni nel 2012, a 150 milioni nel 2013, 250 milioni nel 2014, 350 milioni nel 2015, 300 milioni nel 2016, 200 milioni nel 2017, 100 milioni nel 2018, 50 milioni nel 2019, e nessun risparmio nel 2020. Risorse che confluiranno nel fondo strategico per il Paese a sostegno dell'economia reale per interventi dedicati a politiche sociali e familiari, con particolare attenzione alla non autosufficenza e all'esigenza di conciliazione fra vita lavorativa e vita familiare delle lavoratrici.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal