7 giugno 2020
Aggiornato 00:30
Pensioni

Dal 2016 non basta più il requisito di 40 anni di contributi

Lo prevede un emendamento del relatore alla manovra

ROMA - Dal 2016 per andare in pensione non basteranno più 40 anni di contributi. E' quanto prevede l'emendamento alla manovra del relatore, Antonio Azzollini (Pdl), che stabilisce che dal 2016 tutti i requisiti di pensionamento verranno aggiornati, ogni tre anni, sulla base dell'incremento della speranza di vita calcolata dall'Istat. Adeguamento che, stando all'emendamento, riguarderà non solo i requisiti anagrafici, ma anche il requisito unico dei 40 anni di contribuzione che consente di andare in pensione a prescindere dall'età. E' una novità rispetto alle misure relative alla finestra mobile già contenute in manovra.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal