22 ottobre 2019
Aggiornato 18:30
Trasporto aereo

Lufthansa, Berlino preme per evitare lo sciopero 4 giorni

Il Ministro Ramsauer: «Una protesta simile può nuocere all'economia del Paese»

BERLINO - Scongiurare lo sciopero di quattro giorni dei lavoratori della Lufthansa, previsto dal 22 al 25 febbraio, e a cui hanno aderito più del 90% dei dipendenti. Con questo obiettivo il ministro dei Trasporti tedesco, Peter Ramsauer, ha invitato il vertice della compagnia e i piloti a trovare un compromesso. «Una protesta simile - ha detto Ramsauer - può nuocere all'economia»: Lo sciopero può riguardare 4.500 piloti della Lufthansa, di Lufthansa Cargo et di Germanwings. E provocherà ritardi e cancellazioni di voli in Germania, in Europa e nel mondo.

I piloti di Lufthansa mercoledì scorso hanno votato in favore dello sciopero per i salari e contro i progetti dell'azienda di trasferire lavoratori in filiali della compagnia dove gli stipendi sono inferiori, secondo il sindacato Vereinigung Cockpit. Lo sciopero comincerà lunedì e più del 90% del personale di Lufthansa, di Lufthansa Cargo et di Germanwings, una filiale della compagnie, hanno votato a favore.

«Nell'interesse della compagnia e dei suoi clienti - hanno affermato invece dal quartier generale dell'azienda - Vereinigung Cockpit è invitata a tornare al tavolo per trovare una soluzione costruttiva. Lufthansa farà di tutto affinché le conseguenze dello sciopero siano minime per i clienti e i passeggeri».