15 ottobre 2019
Aggiornato 10:30

Sardegna: nasce il Tavolo istituzionale della regia regionale

Per dare reale corso ad una concertazione sistematica ed efficace sui diversi temi riguardanti la crisi economica e sociale

ROMA - Nel corso dell'incontro convocato dal Presidente della Giunta regionale con i vertici sindacali della Cgil, Cisl, Uil sono state affrontate importanti questioni per dare reale corso ad una concertazione sistematica ed efficace sui diversi temi riguardanti la crisi economica e sociale che attraversa la Sardegna, dal contrasto delle emergenze, alla nuove politiche di sviluppo.

E' stato soprattutto un incontro di condivisione delle scelte di metodo e di organizzazione operativa delle attività e dell’agenda degli incontri per dare piena attuazione al momento concertativo, così come richiesto dalle organizzazione sindacali.

Nel corso dell'incontro sono stati condivisivi i seguenti punti che saranno oggetto di successivo incontro di approfondimento. Il Presidente Cappellacci ha illustrato una prima ipotesi di lavoro congiunto su quattro temi chiave della concertazione da ricondurre entro visione strategica d’insieme che veda a pieno titolo coinvolte le parti sindacali:

1. Definizione concreta degli interventi già delineati dalla finanziaria 2009 appena approvata dal Consiglio regionale e partecipazione attiva delle OO.SS. alle elaborazione dei contenuti del cosiddetto DDL collegato alla stessa manovra finanziaria con particolare riferimento alle misure specifiche di contrasto della povertà, sostegno dei redditi delle famiglie, ammortizzatori sociali e contratti di solidarietà, consorzi fidi e accesso al credito delle imprese, piano straordinario per la formazione professionale;

2. Immediata attivazione del Comitato interassessoriale per le emergenze economiche e sociali istituito dalla finanziaria 2009 (L.R. 1/2009, art. 3 c.4) che si avvarrà dell’«Osservatorio economico» e dell’«Osservatorio sulle povertà (da istituire anch’esso ai sensi della finanziaria 2009);

3. Avvio della concertazione per la elaborazione del nuovo Piano Regionale di Sviluppo della Sardegna che farà parte integrante della nuova manovra finanziaria del 2010 che la Giunta presenterà al Consiglio regionale entro la fine dell’anno.

Giunta e Sindacati, infine, hanno condiviso la fondamentale esigenza dell’apertura immediata del tavolo del confronto nazionale con il Governo per le principali questioni strategiche che riguardano la Sardegna, l’attuazione del principio dell’insularità e per il rilancio dell’intesa istituzionale.

A tal fine, il Presidente Cappellacci ha preso l'impegno di formulare tale richiesta alla Presidenza del Consiglio dei Ministri già nei prossimi giorni.