12 luglio 2020
Aggiornato 08:30
Domani ultimo giorno per Casa Moderna

Casa Moderna: la tradizione incontra l’innovazione e premia domanda e offerta

Domani (lunedì 6 ottobre) ultima opportunità per visitare gli stand dalle ore 15 alle 21

Ultime ore di apertura, ultimi contatti tra domanda e offerta per Casa Moderna 2008 che domani, lunedì 6 ottobre, raggiungerà il traguardo finale della 55^ edizione con stand aperti dalle ore 15 alle 21. Un allungo finale che gli espositori sapranno esprimere al meglio completando le dieci, intense e importanti giornate di lavoro in una manifestazione che chiede un impegno notevole e una solida professionalità, ma che si dimostra fertile e generosa di contatti diretti, di opportunità commerciali e di potenti leve promozionali e di immagine.

La soddisfazione tra le aziende espositrici va di passo a quella dei visitatori che in Casa Moderna non solo trovano quello che cercano, ma scoprono soluzioni e proposte diverse, innovative, capaci di risolvere dubbi ed esigenze con modalità, materiali e prodotti diversi.
Apprezzato e utilizzato dal pubblico è stato uno dei pacchetti promozionali di ingresso, ossia lo «speciale 2 giorni» che, oltre a consentire un risparmio (10 euro anziché 14 per chi è venuto in fiera in due giornate), indica una tendenza positiva, premia i contenuti della manifestazione che viene visitata e rivisitata con la giusta attenzione e il necessario approfondimento del contatto con l’espositore prima di procedere all’acquisto.

La solidità e il futuro di Casa Moderna si fondano sul binomio tradizione – innovazione: binari che non corrono separati ed estranei, ma che convergono con contaminazioni, scambi e benefici comuni: dalle fondamenta al tetto, dal terrazzo al tessuto urbano circostante, Casa Moderna 55 restituisce un’immagine e soprattutto una sostanza di un modo diverso di concepire e di costruire la casa e, quindi, di viverla. La componente immateriale che abita la casa occupa sempre più spazio e chiede sempre maggiore attenzione: parliamo di design, di comfort, di qualità della vita, di funzionalità e di ottimizzazione dei volumi abitativi (da quelli più piccoli alle grandi dimensioni), al risparmio energetico, al rispetto dell’ambiente di cui la casa è parte integrante.
Spesso, tra la nostra casa e «il resto del mondo» c’è un cortile o un giardino (per i più fortunati, un parco) e anche a questo strato verde della sfera abitativa, Casa Moderna dedica attenzione proponendo uno strumento innovativo per monitorare la salute degli alberi attraverso una vera a propria «tac»: è il tomografo tridimensionale a impulso sonico presentato nell’area esterna C dall’azienda Il Giardino e che consente di effettuare una tomografia computer tridimensionale per prevenire malattie non visibili e rischi di schianto delle piante.