12 luglio 2020
Aggiornato 04:30
A Udine Fiere fino al 3 ottobre

Casa Moderna: l'abitare in evoluzione alla Fiera di Udine

Domani (lunedì 26) nell’agenda convegni, la Confartigianato illustrerà i cambiamenti del settore impiantistica elettrica per l’edilizia residenziale. Architetti e tecnici a disposizione del pubblico: numerose le prenotazioni per ricevere consulenze gratuite

UDINE - La casa resta al centro dei pensieri e dei desideri della società, specialmente in una regione come la nostra, in cui la casa è un vero e proprio epicentro di tradizioni, passioni, investimenti e, inevitabilmente, di interrogativi, stante la situazione socio-economica attuale.

Casa Moderna, inaugurata ieri (sabato 24 settembre) a Udine Fiere sotto i migliori auspici e all’insegna della fiducia riposta da organizzatori, partner, sponsor e in primis dagli espositori in questa manifestazione, rappresenta le due componenti fondamentali attorno alle quali ruota il mercato, la domanda e l’offerta, cercando di rispondere alle esigenze della prima e alle aspettative della seconda. Ci riuscirà anche in questa 58^ edizione? Gli ingredienti ci sono tutti e sono esposti nei 9 padiglioni e nelle aree esterne del quartiere fieristico udinese dove l’interesse dei visitatori si è già manifestato e dove fino a lunedì 3 ottobre sarà possibile vedere, toccare, confrontare, informarsi, aggiornarsi sui prodotti e sulle soluzioni proposte dai migliori brand nazionali ed esteri in fatto di casa, arredamento e design.

Da domani (lunedì 26) Casa Moderna, visitabile dalle 15.00 alle 21.00, è anche aggiornamento professionale con il primo degli appuntamenti convegnistici in programma. A promuoverlo è la Confartigianato di Udine su «Nuove soluzioni impiantistiche per l’edilizia residenziale offerta dalla CEI 64-8» (inizio lavori ore 16.30 in sala convegni). Il convegno andrà diritto al nocciolo della questione, che non è di poco conto visto che la pubblicazione della variante 3 alle norme CEI 64-8 costituisce un importante cambiamento nel settore dell’impiantistica elettrica. Diverse indagini – afferma la Confartigianato – hanno fatto emergere che l’impianto elettrico «tipo» presente nelle abitazioni risulta spesso inadeguato a soddisfare le esigenze di chi lo utilizza. Sino ad oggi, anche negli edifici di nuova costruzione, sono stati realizzati impianti «da capitolato», ossia dotati dei punti luce e presa indispensabili, ma che si rivelano spesso insufficienti. Le nuove disposizioni individuano dotazioni minime e criteri costruttivi che puntano a valorizzare l’impianto elettrico residenziale con conseguenti effetti sul valore complessivo dell’immobile.

Martedì 27 settembre sarà invece l’A.P.E. Agenzia per l’Energia del Friuli Venezia Giulia ad affrontare il tema con un taglio eco-green: il titolo del seminario è infatti «Sistemi impiantistici per la casa a energia quasi zero. Principi di progettazione e realizzazione degli impianti nelle case ad alta efficienza energetica» con inizio lavori alle ore 10.00 in sala convegni.
L’A.P.E. è presente a Casa Moderna nel padiglione 7 di Casa Biologica con uno stand posizionato tra le aziende che lavorano con il protocollo CasaClima in regione; lo stand si pone quindi come punto di riferimento per i visitatori che vorranno ricevere informazioni su come ottenere questo tipo di certificazione e, più in generale, su edilizia a basso fabbisogno energetico.
In Casa Biologica espone anche l’ARES FVG Agenzia Regionale per l'Edilizia Sostenibile che fra le diverse attività e servizi, mostra al pubblico una speciale termo-camera a infrarossi, strumento con cui si effettuano i controlli sugli edifici certificati.

A guidare il pubblico di Casa Biologica nei percorsi espositivi eco-sostenibili ci sono due simboli (Energia e Bio)

che contraddistinguono le aziende, attive nel settore del risparmio energetico e nel comparto bioedile.

Tornerà attivo sabato e domenica prossimi l’EcoSportello di Casa Biologica per ricevere, dalle ore 14.30 alle 19.30, info, consulenze e consigli su energia, riutilizzo materiali, detersivi biologici e detersivi self made. Il servizio è gratuito, previa prenotazione telefonando agli uffici della Fiera o, durante gli orari di apertura della manifestazione, recandosi nell’apposito stand del padiglione 7.

Stessa modalità e procedura anche per le consulenze al padiglione 6, de «L’Esperto Risponde»: un’opportunità molto gradita e utilizzata dai visitatori, valida tutti i giorni di Casa Moderna che rinnovando il rapporto di collaborazione con l’Ordine degli Architetti della Provincia di Udine, mette a disposizione del pubblico uno staff di 11 professionisti per soluzioni di arredo e rinnovo della casa. Prima a dopo la consulenza, della durata di 40 minuti, i visitatori possono completare e arricchire le informazioni ricevute entrando in «LED House, light life»: il percorso luce declinato al risparmio energetico e alla qualità della vita. Una novità voluta dalla Fiera e che vede ancora una volta coinvolto l’Ordine degli Architetti e l’Associazione per il Disegno Industriale ADI Fvg per consentire al visitatore di conoscere ed esplorare il mondo della tecnologia LED verificandone i punti di forza dal punto di vista del risparmio energetico e non solo.

I nuovi orari per visitare Casa Moderna:
da lunedì a venerdì 15.00-21.00
sabato e domenica 10.00-21.00.

Ingressi & Promozioni:
Biglietto intero: 8 Euro
Biglietto ridotto: 6 Euro
Speciale Over 65: 6 Euro
Speciale Feriale: 6 Euro (dal lunedì al venerdì dopo le 18.00)
Speciale Famiglia: 15 Euro (i ragazzi al di sotto dei 14 anni, accompagnati dai genitori, entrano gratuitamente)

Parcheggio:
il quartiere fieristico dispone di tre parcheggi gratuiti per oltre 3mila posti auto.

Collegamenti con la città di Udine:
autobus Linea 9/F – SAF Autoservizi Fvg

Info: www.casamoderna.it