11 dicembre 2019
Aggiornato 09:00
RC AUTO

ADOC: «Bene Scajola su tariffe RC»

«Penalizzati gli under 26, premi superiori anche a 3000 euro»

Secondo il Ministro dello Sviluppo Economico Scajola vi sono disparità di trattamento nella determinazione delle tariffe Rc auto, a danno dei più giovani. Parere concorde dell’Adoc, secondo cui gli under 26 spendono in media il 22,5% in più degli altri assicurati.

«E’ positivo che anche il ministro Scajola riconosca come evidenti le disparità di trattamento tra gli assicurati – dichiara Carlo Pileri, Presidente dell’Adoc – come Adoc abbiamo riscontrato che alcune compagnie, per precisi profili tariffari, come i neopatentati e gli under 26, presentano in modo uniforme e su tutto il territorio nazionale premi superiori a 3000 euro. Portandoli a spendere per un’utilitaria, in media, il 22,5% in più degli over 60. Rapportato al reddito medio mensile di un giovane, pari a circa 800 euro, è un costo enorme. Un comportamento assolutamente da stigmatizzare».

Per Adoc le tariffe medie nel 2007 sono aumentate del 3,5%. «L’Rc Auto è aumentata del 3,5% - continua Pileri - comportando un costo medio maggiore di 60 euro rispetto l’anno scorso. Nonostante l’introduzione dell’indennizzo diretto, della patente a punti e dell’agente multimandatario. Queste misure non hanno prodotto l’auspicata diminuzione delle polizze ma, in compenso, hanno portato congrui risparmi per le compagnie, almeno del 7-8%, dato che il costo dei sinistri è diminuito, come confermato anche dal Ministro.»