17 luglio 2019
Aggiornato 00:00
Dopo i fatti di piazza San Carlo

«Abbiamo soccorso 350 persone in un’ora e mezza. Impressionante vedere la paura negli occhi della gente»

Quando in un evento oltre 1.500 persone rimangono ferite c'è bisogno di ambulanze pronte e operatori preparati e coordinati alla perfezione. Sabato notte è andata proprio così. Tra i soccorritori c'erano anche gli uomini della Croce Rossa. Abbiamo intervistato il responsabile della Sala Operativa Provinciale di Torino

Appendino su piazza San Carlo

Piazza San Carlo, il messaggio di Appendino: «Una tragedia, non deve capitare mai più»

In un videomessaggio la sindaca ha parlato nuovamente dei momenti terribili vissuti dalle tante persone in piazza: «Io e la mia Amministrazione siamo pronti a prenderci le eventuali responsabilità». Poi l'invito ai torinesi: «Stiamo uniti, tutti insieme dimostriamo che la nostra determinazione è più forte della paura»

Fatti di piazza San Carlo

Codacons: risarcimenti per chi era in piazza San Carlo la sera del 3 giugno

In seguito ai fatti avvenuti in piazza San Carlo la sera del 3 giugno la Procura di Torino ha avviato un’indagine per fare luce sulle cause e sulle eventuali responsabilità: Codacons lancia un'iniziativa per risarcire le persone lese quella notte

Testimonianza diretta

Notte di terrore in piazza San Carlo: «Sangue, grida e scarpe, scarpe ovunque»

Doveva essere una serata come tante e invece si è trasformata in un incubo condiviso. Un fatto banale è bastato a scatenare la psicosi collettiva e la folla di tifosi radunata in piazza San Carlo per vedere la finale di Champions League ha iniziato una corsa disperata per salvarsi la vita da un nemico invisibile. Questa sera, a Torino, ha vinto la paura

Da piazza San Carlo

Sangue e feriti in piazza San Carlo

Allarme bomba in piazza San Carlo durante la proiezione della finale di Champions Legaue. Più di 200 i feriti tra cui coloro che sono caduti dopo che la ringhiera del parcheggio sotterraneo è ceduto