2 giugno 2020
Aggiornato 10:00
Vela

America's Cup nella bufera

Dopo il pesante annuncio del ritiro di Team Australia, ex Challenger of record (primo degli sfidanti), i 4 team rimasti, Luna Rossa Challenge, Artemis Racing, Ben Ainslie Racing e Team France hanno confermato l'appoggio al defender per l'organizzazione «indipendentemente dalla sede che verrà prescelta per lo svolgimento delle regate».

Vela | America's Cup

Fuoco incrociato su Oracle Racing

Lo skipper Russell Coutts, indiscusso campione in barca, sembra di fatto essere molto meno a suo agio nei panni di manager a terra, anche se da anni ormai è sul libro paga di Larry Ellison il multimilionario statunitense proprietario di Oracle.

Vela | 35esima America's cup

Team Australia rinuncia alla Coppa America

Problemi finanziari. L'abbandono di Team Australia è significativo in quanto era lo sfidante ufficiale di Oracle, il team cioé che aveva l'incarico di rappresentare tutti gli altri sfidanti.

Vela | America's Cup

Oracle si fa un «protocollo» su misura

Dalla prima lettura del lungo e articolato documento risultano evidenti la volontà e strategia di voler tenere assolutamente sotto controllo ogni aspetto della manifestazione: le regole saranno decise dal Defender e dal Challenger of Record. Anche i giudici di regata saranno decisi da loro e le decisioni non potranno essere oggetto di appello.

Coppa America di Vela

Ac45 truccati, Oracle ammette

Una vera e propria notizia bomba che getta un'ombra indelebile sull'operato di questi team. Russell Coutts si è affrettato a rilasciare una dichiarazione in cui ha ufficialmente ritirato (a posteriori) la sua barca dal circuito, seguito a ruota dall'inglese Ben Ainslie